Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Studente denuncia ritardi nell'avvio dei tirocini a infermieristica: la replica dei docenti del corso di laurea

Ci sentiamo tranquilli e vogliamo rassicurare Antonio: il tirocinio sarà tutto recuperato, potrà indossare la sua desiderata divisa appena trascorsa la prevista settimana dalla seconda dose vaccinale. Inoltre cogliamo l’occasione per precisare che nessuno studente è mai stato autorizzato, a svolgere doppi turni notturni o giornalieri che siano

In relazione alle dichiarazioni rilasciate dallo studente di Infermieristica su PalermoToday, e ad integrazione di quanto già specificato da Marcello Ciaccio, presidente della Scuola di medicina dell’Università di Palermo, si vuole precisare quanto segue. L’Università degli Studi di Palermo, nel rispetto delle direttive nazionali e regionali riguardanti le misure adottate in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, ha come obiettivo primario la sicurezza e il mantenimento dello stato di salute degli studenti iscritti ai diversi corsi di laurea, e in special modo di quelli che per specifiche scelte professionali sono destinatari di percorsi di tirocini professionalizzanti da svolgersi presso reparti ospedalieri. 

Va inoltre sottolineato che l’Università di Palermo ha portato avanti, in tempi estremamente rapidi, la vaccinazione di tutti gli iscritti ai corsi di laurea delle professioni sanitarie al fine di preservare lo stato di salute degli studenti, ma anche dei pazienti ricoverati nei reparti scelti come  sede per lo svolgimento dei tirocini. Il corso di laurea in Infermieristica, nello specifico, ha programmato lo svolgimento dei tirocini professionalizzanti presso reparti No-Covid di degenza ordinaria, ma i continui focolai insorti, anche in questi reparti, ha spesso determinato la sospensione delle attività e quindi la continua rimodulazione, secondo ritmi dettati dal trend emergenziale. La situazione epidemiologica purtroppo, come appare chiaro, ormai da più di un anno, non consente riflessioni “rilassate”, in termini di tempo, e spinge verso decisioni che ad alcuni possono sembrare improvvisate, ma che sono frutto di scelte ponderate e puntuali, volte a preservare non solo l’interesse dei pazienti ma anche le esigenze degli studenti, tenendo spesso conto dei loro desiderata.

Relativamente all’improvvisa comunicazione dell’inizio delle attività, cui si riferisce lo studente, si precisa che già da tempo era stato preannunciato l’avvio imminente del tirocinio, fermo restando che, eventuali difficoltà ad iniziare non avrebbero penalizzato in alcun modo il tirocinante. Da sempre infatti, la data di inizio-tirocino non è perentoria, ed è concordata con il coordinatore delle attività professionalizzanti, notoriamente “sensibile” alle esigenze degli studenti. Inoltre, l’Università, attraverso la Scuola di medicina e chirurgia, ha stipulato numerose convenzioni per lo svolgimento dei tirocini, con le aziende sanitarie delle province di Palermo, Trapani e Agrigento al fine di ridurre al minimo gli spostamenti e i disagi logistici degli studenti fuori sede.

Per quanto concerne il lamentato ritardo nell’inizio del tirocinio dello studente citato nell’articolo, va precisato che il signor Antonio Milazzo ha completato il ciclo vaccinale soltanto in data 27 aprile a causa di problematiche personali; è stato questo che ha reso impossibile ad oggi l’avvio del suo tirocinio. 
Ci sentiamo tranquilli e vogliamo rassicurare Antonio: il tirocinio sarà tutto recuperato, potrà indossare la sua desiderata divisa appena trascorsa la prevista settimana dalla seconda dose vaccinale. Inoltre cogliamo l’occasione per precisare che mai nessuno studente, come d’altronde nessun altro operatore sanitario è mai stato autorizzato, a svolgere doppi turni notturni o giornalieri che siano, ma è obbligato a seguire la normale turnazione programmata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studente denuncia ritardi nell'avvio dei tirocini a infermieristica: la replica dei docenti del corso di laurea

PalermoToday è in caricamento