Il quartiere Pagliarelli si conferma modello civico per Palermo

Armati di palette e scope, sacchi e zappette, gli abitanti del Quartiere Pagliarelli hanno raccolto oltre 15 sacchi di spazzatura sui pochi marciapiedi presenti nel quartiere, diserbando e piantando fiori nelle fioriere abbandonate. Cresce a dismisura il senso civico degli abitanti.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Da anni cerchiamo di accrescere la sensibilità civica degli abitanti del quartiere e di chi vi lavora o semplicemente vi transita. Tramite i social network abbiamo creato una solida e battagliera comunità virtuale, abbiamo imparato nel tempo a dialogare con le istituzioni e le aziende di servizi operanti sul territorio, ottenendo numerosi riscontri e attenzione alle nostre proposte.

Adesso ci è sembrato giusto scendere per strada e fare la nostra parte. E così, armati di palette e scope, sacchi e zappette, abbiamo raccolto oltre 15 sacchi di spazzatura sui pochi marciapiedi presenti nel quartiere, abbiamo diserbato e piantato fiori nelle fioriere abbandonate, abbiamo visto inaspettatamente scendere in strada, invogliati dalla nostra presenza, donne e uomini armati di buona volontà a prestare il proprio contributo, la signora Pina ci ha portato il caffè, abbiamo riso e scherzato e abbiamo fatto tante foto e "nessun selfie!". E si, perché ce l'abbiamo proprio con i politici dei selfie, con coloro che non mancano occasione per immortalarsi in occasioni come questa per strumentalizzare e dimostrare la propria presenza e partecipazione a fianco dei cittadini.

Noi non vogliamo nulla che non sia un quartiere normale. Un marciapiede normale dove non vi siano parcheggiate le auto, delle fioriere normali che non diventino contenitori dell'immondizia, una pulizia normale per le strade, un accesso normale alla scuola materna del quartiere. Ci piacerebbe tanto anche una villetta pubblica attrezzata normale, ma questa è un'altra storia a cui qualcuno sta già lavorando.

Un altro grande risultato, quest'oggi, siamo riusciti ad ottenerlo: la comunità, incredibilmente ed improvvisamente, è diventata fisica, palpabile, colorata ed entusiasta, e sentiamo forte il desiderio di partecipazione e di crescita civile di tutti gli abitanti del Quartiere Pagliarelli.

Comitato Civico Quartiere Pagliarelli

Parrocchia San Carlo Borromeo

Torna su
PalermoToday è in caricamento