Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Politeama / Via Francesco Crispi

Accesso al porto, dal 1 gennaio cambia tutto: necessario pass a pagamento

I veicoli autorizzati a svolgere delle attività all'interno del porto dovranno mostrare un permesso. L'entrata, per tutti, dovrà avvenire attraverso i varchi aperti al traffico con le limitazioni di orario previste

Dal primo gennaio per entrare al porto, i veicoli che dovranno svolgere attività autorizzate all'interno, dovranno esibire un pass. A stabilirlo, il nuovo 'Regolamento per la disciplina degli accessi nell'ambito portuale e per il rilascio delle relative autorizzazioni' per autoveicoli e motoveicoli.

L'obiettivo è regolamentare l'accesso, semplificando e standardizzando le procedure, migliorando, allo stesso tempo, le attività di controllo che hanno riflessi diretti sulla sicurezza. L'entrata al porto dovrà avvenire esclusivamente attraverso i varchi aperti con le limitazioni di orario e di tipo di traffico previste. 

Tutte le persone che entreranno in porto con veicoli, hanno l'obbligo di fermarsi per i necessari controlli di security, secondo i vigenti piani di sicurezza, e per gli eventuali controlli di polizia e doganali. Il permesso d'accesso è a pagamento e viene rilasciato dall'Autorità portuale. Il soggetto che intende farne richiesta dovrà fare domanda all'ente, direttamente (nei giorni e negli orari di ricevimento al pubblico) o attraverso il sito web. L'istanza, redatta su apposito modulo reso legale con marca da bollo da 16 euro, dovrà essere compilata sui modelli disponibili anche sul sito internet.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accesso al porto, dal 1 gennaio cambia tutto: necessario pass a pagamento

PalermoToday è in caricamento