Cronaca

Tre arresti in tre giorni: stop ai domiciliari, l'"uomo dei record" finisce in carcere

Protagonista della vicenda un giovane disoccupato di 25 anni, "pizzicato" nello scorso weekend per spaccio di droga. Se l'era cavata sempre coi domiciliari ma adesso, su decisione del gip, per lui si aprono le porte dei domiciliari

La sua storia aveva incuriosito un po' tutti. Adesso il giovane disoccupato di Partinico, detentore di un piccolo "record" (arrestato per tre volte in tre giorni nello scorso weekend), è finito in carcere. Stop dunque ai domiciliari: V.C., 25 anni, era finito nei guai per spaccio di droga. E domenica, nel corso dell'ennesimo controllo, i carabinieri lo avevano ancora una volta sorpreso sull'uscio della propria abitazione, mentre cedeva ad un minorenne un sacchetto di plastica contenente 33 dosi di marijuana, per un peso complessivo di circa 52 grammi.

Proprio il giorno prima, era stato arrestato in flagranza per lo stesso reato, riuscendo però a evitare "le sbarre". Al ragazzo erano stati concessi sempre i domiciliari, nonostante la reiterazione del reato. Ma adesso il Gip del Tribunale di Palermo ha disposto la misura del carcere.

Il provvedimento restrittivo è scaturito per la piena condivisione da parte dell’autorità giudiziaria del quadro probatorio fornito dai carabinieri, che ha visto l’indagato "responsabile di reiterate condotte di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti". Il giovane è stato portato all'“Ucciardone”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre arresti in tre giorni: stop ai domiciliari, l'"uomo dei record" finisce in carcere

PalermoToday è in caricamento