Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Rifiuti, Fiadel-Cisal: "Comuni in affanno, Sicilia vicina al disastro"

La rabbia del sindacato: "Gli impianti pubblici sono pochi, la differenziata non decolla e dei termovalorizzatori neanche l'ombra. Il risultato è che i Comuni sono sommersi dalla spazzatura e Palermo è solo il caso più eclatante"

"Il sistema dei rifiuti in Sicilia è prossimo al collasso: non ci sono più discariche, gli impianti pubblici sono pochi, la differenziata non decolla e dei termovalorizzatori neanche l'ombra. Il risultato è che i Comuni sono sommersi dai rifiuti e Palermo è solo il caso più eclatante: la Regione intervenga o ci ritroveremo da qui a breve in una situazione disastrosa". Lo dice Giuseppe Badagliacca di Fiadel-Cisal.

"I Comuni, ma anche le società come Rap, non possono da sole far fronte a un'emergenza che è regionale e ormai drammatica - dice Badagliacca - Né portare i rifiuti fuori dall'Isola può essere una soluzione, visto che i costi manderebbero gambe all'aria i già fragili bilanci degli enti locali. Palermo, Bagheria, Capaci, Casteldaccia, Cinisi sono solo i primi esempi di quello che tra poco toccherà a tutti i territori della Sicilia, il tempo rimasto è pochissimo e dalla Regione arrivano solo pannicelli caldi. Chiediamo l'intervento delle forze parlamentari all'Ars e al Presidente Musumeci una convocazione immediata di tutte le parti in causa, invocando se necessario anche il coinvolgimento del governo nazionale".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, Fiadel-Cisal: "Comuni in affanno, Sicilia vicina al disastro"

PalermoToday è in caricamento