Mafia

Caccia al tritolo per Di Matteo, si scava nelle campagne di Monreale

"Dottore, i mandanti per lei sono gli stessi del dottore Borsellino": la confessione del boss Galatolo al magistrato che indaga sulla trattativa Stato-mafia, ha fatto scattare le ricerche dell'esplosivo. Gli uomini della Dia setacciano i terreni di Vincenzo Graziano, uomo d’onore di Resuttana

Nino Di Matteo

E' caccia al tritolo. Dopo le inquietanti rivelazioni del boss - da poco pentito - Vito Galatolo, è scattata la ricerca all'esplosivo indirizzato al pm Nino Di Matteo. “Dottore, i mandanti per lei sono gli stessi del dottore Borsellino”. La confessione al magistrato che indaga sulla trattativa Stato-mafia, l'allarme, la paura, le perquisizioni. E' corsa contro il tempo. Si scava nel ventre della campagna monrealese di Vincenzo Graziano, 53 anni, uomo d’onore di Resuttana, coinvolto nel maxi blitz Apocalisse del giugno scorso, a caccia del tritolo che sarebbe servito ad uccidere il magistrato Nino Di Matteo. A rivelarlo è il Giornale di Sicilia.

Il terreno è setacciato centimetro per centimetro anche con l’uso dei metal detector. In azione quindici uomini della Dia. Finora nulla è stato trovato, ma è probabile che il materiale sia stato spostato più volte. Gli inquirenti stanno intanto cercando di inquadrare pure il momento in cui i boss avrebbero deciso l’attentato. Potrebbe essere dicembre 2012, quando Vito Galatolo, 41 anni ("u picciriddo", ufficialmente residente a Mestre), poteva tornare per seguire i processi.

Due i summit ricostruiti nel blitz Apocalisse, uno a Partanna Mondello e uno nella zona di via Lincoln. Fu in queste occasioni che venne "apparecchiato" l'attentato contro Di Matteo. Da chiarire i moventi e le ragioni dell’esecuzione. Ma tanto è bastato per convincere il procuratore Leonardo Agueci, a mettere in moto i meccanismi di protezione e far scattare la caccia al nascondiglio nel quale sarebbe stato nascosto l'esplosivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caccia al tritolo per Di Matteo, si scava nelle campagne di Monreale

PalermoToday è in caricamento