menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mafia e massoneria, sequestrati gli elenchi delle logge: "Alto rischio infiltrazioni"

Antimafia avvia inchiesta: "E' emersa la ricerca di relazioni tra uomini delle cosche ed esponenti delle classi dirigenti e imprenditoriali appartenenti a logge massoniche per perseguire comuni interessi illeciti"

La Commissione parlamentare Antimafia ha avviato un’inchiesta sui rapporti tra mafie e massoneria. Sequestrati gli elenchi delle logge siciliane e calabrese. “Nel corso delle missioni in Calabria e Sicilia, della documentazione acquisita e delle audizioni finora svolte sono emersi preoccupanti elementi sul rischio di infiltrazione da parte di Cosa Nostra e della ‘ndrangheta di settori della massoneria”, ha spiegato in una nota la stessa Antimafia. E – ha avvertito l’Antimafia – “si è anche evidenziata la ricerca di relazioni e convergenze tra uomini delle cosche ed esponenti delle classi dirigenti e imprenditoriali appartenenti a logge massoniche finalizzati al perseguimento di comuni interessi illeciti”.

L’inchiesta – ha spiegato la Commissione – nasce sia in prosecuzione di attività svolte da altre Commissioni di inchiesta di precedenti legislature, sia in relazione a fatti di cronaca e procedimenti giudiziari recenti avviati dalle Procure della Repubblica siciliane e calabresi per accertare l’esistenza del fenomeno, così attualizzando fatti simili del passato.

“Per questa ragione – ricorda l’Antimafia – sono state svolte dalla Commissione una serie di attività, comprese audizioni a testimonianza di alcuni Gran Maestri o, comunque, di persone appartenenti alla massoneria, audizioni di magistrati di diversi distretti giudiziari e si è acquisita copiosa documentazione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento