Sabato, 31 Luglio 2021
Mafia

Cutrò (Idv): "L'arresto di Giusy Vitale significa che cosa nostra è pronta a riabbracciare i pentiti di mafia"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

L'importante operazione di oggi magistralmente condotta dalla Direzione Investigativa Antimafia e dal Comando Provinciale dell'Arma dei Carabinieri di Palermo ha portato, oltre all'arresto di numerose persone, anche all'arresto della nota collaboratrice di giustizia Giusy Vitale. “Il suo arresto - dichiara Ignazio Cutrò - genera sconforto perché di lei si era detto e scritto molto persino un libro sul coraggio e sull'amore di una madre per sconfiggere la mafia. Il suo arresto ci obbliga a riflettere sul perché una donna che aveva deciso di collaborare con la magistratura sia tornata nuovamente a fare parte di Cosa Nostra ma anche a rivalutare se la sua precedente collaborazione sia stata del tutto sincera. Dal suo arresto impariamo anche che Cosa Nostra è pronta anche a riabbracciare i pentiti di mafia. Un evoluzione significativa nel mondo mafioso. Come sia potuto accadere che una collaboratrice di giustizia dello spessore criminale di Giusy Vitale possa essere sfuggita, seppur fuori programma di protezione, alla attenzione del Servizio Centrale di Protezione è un tema che andrebbe affrontato con urgenza. Resta il fatto che i Vitale sono e restano al Comando del loro mandamento nonostante la detenzione. Verrebbe da dire, conclude Cutrò, alla faccia di chi in questo Paese, sbagliando, vorrebbe concedere agli ergastolani mafiosi maggiore libertà e spazio e persino la pensione dello Stato.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cutrò (Idv): "L'arresto di Giusy Vitale significa che cosa nostra è pronta a riabbracciare i pentiti di mafia"

PalermoToday è in caricamento