Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Libertà / Via Piersanti Mattarella, 42

Istituto Gonzaga, cambio al vertice: Padre Denora nuovo direttore generale

Ha 49 anni ed è presidente della Fondazione Gesuiti educazione. Sostituirà padre Francesco Tata a partire da gennaio

Padre Vitangelo Denora

Cambio alla guida del Gonzaga di Palermo. Il Consiglio di amministrazione ha nominato padre Vitangelo Carlo Maria Denora direttore generale dell’Istituto Gonzaga, in sostituzione di padre Francesco Tata. A darne l’annuncio a tutto il personale, agli studenti e alle famiglie è il presidente dell’Istituto Gonzaga, padre Claudio Barretta, con una lettera.

“Nel quadro dei Collegi di Italia, Malta e Albania, collegati in rete dalla Fondazione Gesuiti Educazione, questa significativa nomina conferma l’investimento di energie che la Compagnia di Gesù sta promuovendo particolarmente nel rafforzare e nel proseguire il rilancio dell’Istituto Gonzaga all’interno della città di Palermo – scrive padre Barretta - Il mio pensiero di gratitudine va a padre Tata che, insieme a me e alla collaborazione di tanti, in particolare dello stesso padre Vitangelo, ha portato avanti un incarico difficile in tempi altrettanto complicati. I miei auguri di buon lavoro a padre Denora che ho imparato a stimare progressivamente negli anni per le sue capacità, nonché per la sua persona”.

Padre Denora, 49 anni, uomo del Sud (nato a Napoli e cresciuto a Bari), fino a questo momento delegato per i collegi dei Gesuiti per la Provincia di Italia e Albania e presidente della Fondazione Gesuiti educazione, si insedierà a gennaio. Sempre su designazione del Consiglio di amministrazione, assumerà anche la direzione dell’ISP (International School Palermo), “in modo che possa esserci sempre più sinergia tra la scuola italiana e quella internazionale – aggiunge padre Barretta - Approfitto così per ringraziare, anche a nome di tutta la dirigenza del Gonzaga, il professore Ignazio Venzano che ha avuto la responsabilità della direzione dell’Isp in questo ultimo anno. La sua dedizione, esperienza e competenza hanno permesso di dare un assetto solido e coerente alla nostra scuola internazionale”. 

Note biografiche di padre Vitangelo Carlo Maria Denora

E’ nato a Napoli nel 1968, ma è cresciuto a Bari, dove ha studiato presso la scuola dei Gesuiti “Di Cagno Abbrescia”. Dopo la laurea in Giurisprudenza, nel 1992 è entrato nella Compagnia di Gesù, dove si è fin da subito dedicato all’educazione e alla formazione dei giovani, con particolare attenzione a quelli che vivono in condizioni di disagio. I suoi anni di studio – sia quelli universitari sia quelli per diventare gesuita – sono stati accompagnati dal servizio nelle periferie delle grandi città (soprattutto con bambini, immigrati e persone senza fissa dimora). A Sighet, in Romania, dal 1998 si occupa anche di tre case famiglia a favore di bambini abbandonati con l'associazione “Il Quadrifoglio” e di altre attività di volontariato.

Ordinato sacerdote a Roma nel 2004, nel 2007 è stato nominatorRettore dell'Istituto Sociale di Torino e, nel 2011, anche gestore e legale rappresentante del Leone XIII di Milano. In quegli anni ha cominciato a seguire anche le trasformazioni del Collegio Sant’Ignazio di Messina e Pontano di Napoli. Nel 2010 il Provinciale lo ha nominato anche suo delegato per tutti i collegi dei gesuiti della Provincia d’Italia e di Albania. Con grande passione, energia e determinazione, si è dedicato alla costruzione di una rete di scuole, che ha rilanciato l’apostolato educativo nella Provincia e ha creato occasioni di condivisione e crescita tra scuole, dirigenti, docenti, alunni, il cui momento più bello si può certamente individuare nell’incontro delle scuole dei gesuiti con papa Francesco del 2013.

La rete nel febbraio del 2014 ha assunto una forma più ufficiale con la costituzione della Fondazione Gesuiti Educazione, di cui padre Denora ricopre il ruolo di presidente fino ad oggi. Con il passaggio delle scuole dei Gesuiti d'Italia al nuovo modello di governance, è diventato presidente dei Consigli di amministrazione dell'Istituto Sociale di Torino, del Leone XIII di Milano, membro del Cda del Liceo Meshkalla di Scutari in Albania e del Cda del Gonzaga di Palermo. Come presidente della Fondazione, in questi anni ha coordinato il lavoro di rilancio dell’identità delle nostre scuole, fino all’approvazione e alla pubblicazione delle “Linee guida per una scuola Ignaziana”.

Occupandosi anche di educazione informale, è direttore e rappresentante della rete delle scuole di Fe y Alegría Italia, un sistema di scuole e di educazione popolare coordinato dalla Compagnia di Gesù in tutto il mondo che porta l’educazione “dove finisce la strada” e in Italia agli immigrati latino-americani. È anche impegnato per il coordinamento e il sostegno della scuola cattolica a livello nazionale, in quanto presidente della Fidae Piemonte e Valle d'Aosta e membro del Consiglio nazionale della Scuola cattolica.

In questi anni ha dimostrato anche una passione e una fiducia particolare nella valenza formativa e nel ruolo dello sport, tanto che è stato presidente dell’Associazione polisportiva Istituto Sociale di Torino e della Società Leone sport di Milano, ha tenuto per anni corsi di formazione a insegnanti e allenatori della Fondazione U.S. Petrarca di Padova, ha favorito l’apertura delle due accademie di rugby di Milano e di Torino e dei licei scientifici sportivi del Leone e del Sociale, ed infine ha accompagnato il progetto della rete dei centri sportivi della Compagnia, valorizzando l’esperienza del Centro Shuster di Milano.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istituto Gonzaga, cambio al vertice: Padre Denora nuovo direttore generale

PalermoToday è in caricamento