"La aspetta una bara, ma vivere sta solo a lei": minacce di morte all'assessore Razza

Questo il messaggio recapitato al componente del governo regionale, nella sede dell'assessorato di piazza Ottavio Ziino. Pochi giorni dopo pure il danneggiamento della sua auto. Indagano i carabinieri. Numerosi i messaggi di solidarietà, al di là di colori e fazioni politiche

Da sinistra il presidente Musumeci e l'assessore Razza

"Assessore ci auguriamo di vero cuore che non prenda alla leggera questo scritto altrimenti la aspetta una bella bara, peccato perché lei è molto giovane. Ma vivere sta solo a lei...". Queste le parole con cui ignoti hanno minacciato di morte l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, La lettera è stata recapitata nella sede dell’assessorato di piazza Ottavio Ziino e qualche giorno dopo la sua auto è stata danneggiata.

L’intimidazione risale allo scorso 14 aprile, ma la notizia si è appresa solo oggi. Nel contenuto della missiva gli ignoti hanno fatto riferimento all’ospedale di Noto, accennando a un “processo di distruzione” avviato dalla Regione ai danni della struttura sanitaria in provincia di Siracusa. L’assessore Razza, sottoposto a vigilanza da parte del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica della prefettura di Catania,  ha presentato denuncia ai carabinieri.

"A nome mio e di tutta la Giunta - dichiara il sindaco Leoluca Orlando - desidero esprimere la massima solidarietà all’assessore, oggetto di una vile e volgare intimidazione. In queste settimane abbiamo condiviso con l’assessore e con altri esponenti del Governo regionale un periodo di eccezionale lavoro e gravità delle situazioni affrontate, che certamente lascia un forte malcontento e tante tensioni sociali in tutta la nostra regione come in tutto il Paese. Tali tensioni non possono e non devono sfociare nella violenza, ancorché verbale, perché il rispetto per tutti e il lavoro fatto da tutti in queste settimane è proprio uno dei pilastri su cui mantenere salda la nostra comunità”.

Numerosi i messaggi di sostegno espressi da ogni parte politica, al di là di colori e fazioni. “La piena e convinta solidarietà mia e di tutto il governo regionale all’assessore Razza - ha detto il presidente della Regione, Nello Musumeci - per l’ignobile minaccia subìta. Se qualcuno pensa, con questi metodi, di frenare l’azione di riordino e di bonifica portata avanti da Razza nel mondo sanitario siciliano ha sbagliato tempo e obiettivo. Spero tanto che gli inquirenti possano fare presto chiarezza sulla identità di questi vili e pavidi personaggi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Utile come un termometro, aiuta a scoprire le polmoniti: perché comprare un saturimetro

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

Torna su
PalermoToday è in caricamento