rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Palazzo Reale-Monte di pietà

Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza Inaf, protagonisti gli studenti

L'incontro per promuovere pari opportunità nella scienza e incoraggiare le ragazze a intraprendere studi e carriere nelle STEM

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Cambiano tempi, mode e occupazioni, ma non alcuni stereotipi che influenzano la scelta universitaria di molte donne che, se scelgono facoltà scientifiche e riescono a laurearsi brillantemente, rivestono comunque, rispetto agli uomini, un ruolo occupazionale marginale nel settore STEM, l'ambito tecnico-scientifico che coinvolge vari e innovativi settori, come la robotica. L'incontro tenuto venerdì 11 febbraio a Palazzo dei Normanni in modalità mista, in presenza e on-line, organizzato dalle dottoresse Sara Bonito, Serena Benatti, Laura Leonardi, alla presenza di relatori dell'INAF, dell'Università di Palermo e di fondazioni internazionali, è stata un'occasione di scambio e sensibilizzazione per sottolineare e ribadire la centralità di una ricerca scientifica libera e scevra da pregiudizi e condizionamenti.

Durante la mattinata si sono alternate diverse e autorevoli voci femminili, scienziate, astrofisiche, chimiche, che hanno raccontato in prima persona la loro esperienza di vita e di scienza. Passione e determinazione ma anche e soprattutto opera divulgativa "per promuovere pari opportunità nella scienza e incoraggiare le ragazze a intraprendere studi e carriere nelle STEM". Da qui la necessità di un filo diretto con il mondo della scuola e i tanti giovani che manifestano interesse e curiosità per la ricerca scientifica. Ospite e protagonista una rappresentanza degli studenti del Rutelli di Palermo, che hanno avviato un progetto di Astronomia in collaborazione con l'INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica), l’Osservatorio Astronomico di Palermo, diretto da Fabrizio Bocchino, presente all'evento. "L'idea del progetto Astronomia che ha coinvolto 11 classi di ogni indirizzo della scuola, CAT, Turismo e Liceo Scientifico e tutti i docenti di Scienze dell'Istituto", commenta la docente referente Valeria Burgarella, "è nata dal sogno di un ragazzo di quinta di diventare astrofisico. Un fitto scambio al telefono con la ricercatrice INAF Sara Bonito e il progetto ha preso forma con seminari di approfondimento e tante altre attività teoriche e pratiche ancora da realizzare, come l'osservazione al telescopio nella nostra scuola". L'incontro si è concluso con la premiazione degli elaborati più meritevoli degli studenti, dedicati alle donne di scienza che hanno segnato in modo determinante studi e future ricerche: fumetti, videointerviste e cortometraggi. Come Margherita Hack, che ha ispirato il quadro esposto nella Sala Piersanti Mattarella del giovanissimo Mattia Bellomonte, realizzato su tela con vernice spray: "Il dipinto rappresenta una gigante rossa e un pianeta. Dopo tutto siamo figli delle stelle. E questo me lo ha insegnato questa importante astrofisica che ha trascorso tutta la sua vita a studiare per amore di scienza". L'evento è stato seguito in diretta nazionale da tutte le sedi dell'INAF. https://indico.ict.inaf.it/e/Donne-e-scienza-2022

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza Inaf, protagonisti gli studenti

PalermoToday è in caricamento