Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Maturità al via, in Sicilia sono poco meno di 50 mila gli studenti che affronteranno l'esame

Per il secondo anno consecutivo, causa pandemia, sosterranno solo la prova orale. Necessario mantenere due metri di distanza fra candidato e commissione e indossare la mascherina. Permesso un solo accompagnatore

Sono 49.902 gli studenti che oggi, a partire dalle 8.30, in Sicilia cominceranno ufficialmente gli esami di maturità. Ammesso il 95,20% dei candidati. Palermo è la provincia con il maggior numero di candidati. Sono infatti 12.222 tra esterni (594) ed interni (11.628). Per il secondo anno consecutivo, causa pandemia, sosterranno solo la prova orale. Sarà necessario mantenere due metri di distanza fra candidato e commissione, si dovrà indossare la mascherina e si potrà avere un solo accompagnatore. La discussione partirà dall’elaborato scritto presentato dai maturandi entro il 31 maggio. Un lavoro sul percorso svolto che riguarda le discipline caratterizzanti l’indirizzo di studio. Le Commissioni sono presiedute da un presidente esterno e sono composte da sei commissari interni.

Le quattro fasi della prova

La discussione dell'elaborato è il primo step dell'esame, che si compone di quattro fasi. Dopo infatti i maturandi devono discutere un brano di italiano, già oggetto di studio nell'ambito dell'insegnamento di Lingua e letteratura italiana. Si passa poi all'analisi di materiali, tra cui un testo, un documento, un’esperienza, un problema, un progetto, predisposti in precedenza dalla commissione. Infine tocca all'esposizione dell'esperienza svolta nei PCTO, ovvero i Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, solo nel caso in cui non sia possibile ricomprendere tale esperienza all’interno dell’elaborato. Durante il colloquio, ogni maturando dovrà poi mostrare le proprie competenze e conoscenze nell'ambito dell'Educazione civica, ma non è prevista una sezione specifica del colloquio dedicata alla materia. Tempo totale: un'ora circa.

Tra le novità dell'esame di quest'anno c'è anche il cosiddetto "Curriculum dello studente", un documento che rappresenta un po' la fotografia del percorso formativo di ogni studente, con tutte le informazioni sulle sue attività scolastiche ed extrascolastiche, e che verrà allegato al certificato di diploma (ma senza influire sul voto finale). Il numero degli studenti che sostengono il colloquio non può essere superiore a 5 per giornata. L'ordine di convocazione avviene secondo la lettera alfabetica, stabilita in base al sorteggio dalle singole commissioni.

Per quanto riguarda i candidati esterni, i privatisti hanno svolto una prova preliminare in presenza (prove scritte, grafiche, scritto-grafiche, compositivo/esecutive musicali e coreutiche, pratiche e orali, idonee ad accertare la loro preparazione) e anche loro in sede d'esame devono presentare l'elaborato. Per loro sono sedi di esame le istituzioni scolastiche del sistema nazionale di istruzione alle quali sono assegnati. La valutazione finale dell'esame di Stato è sempre espressa in centesimi ed è possibile ottenere la lode. Il credito scolastico viene attribuito fino a un massimo di 60 punti, di cui fino a 18 per la classe terza, fino a 20 per la classe quarta e fino a 22 per la classe quinta. Il colloquio "vale" fino a 40 punti. È prevista la bocciatura.

Il messaggio del ministro Bianchi

“Anche in quest’anno così difficile siamo arrivati al momento dell’Esame - ha sottolineato il ministro Patrizio Bianchi, in un video di saluto alle maturande e ai maturandi sui suoi canali social -. È un momento importante, perché è un momento di passaggio. È il momento in cui farete l’esame, ma dovete anche fare un esame a voi stessi, per capire cosa avete imparato, cosa avete fatto, ma anche come vi siete trasformati, come siete cambiati in questi cinque anni. L’esame - ha proseguito il Ministro - fatelo con tutta l’attenzione che richiede un momento di così grande rilievo nella vita. Ma fatelo anche con la gioia di andare in una nuova fase. Fatelo facendo un sorriso a tutti i vostri compagni, ai vostri insegnanti e pensando che comincia veramente una nuova pagina. Forza ragazze, forza ragazzi!”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maturità al via, in Sicilia sono poco meno di 50 mila gli studenti che affronteranno l'esame

PalermoToday è in caricamento