Cronaca

Pastore morto a Cinisi, M5S: "La strada ancora non è sicura"

A due anni di distanza dal cedimento del costone che travolse a morte Giuseppe Briguglio il Movimento Cinque Stelle è tornato sul posto per documentare con delle foto lo stato del luogo

La strada. Foto del M5s scattata il 12/02/2015

Il 16 febbraio del 2012 un cedimento del costone roccioso lungo la strada che porta al Santuario del Furi, a Cinisi, travolse a morte Giuseppe Briguglio, pastore di 48 anni. A ricordare questo momento di lutto che due anni fa colpì tutta la comunità è il Movimento 5 Stelle locale, tornato sul posto per vedere se il luogo è stato messo in sicurezza. Purtroppo la risposta è negativa: "Attualmente la strada si presenta come fu lasciata ai tempi. Il guard rail divelto e schiacciato dai massi, la rete di protezione, sicuramente sottodimensionata è stata letteralmente bucata", scrive il M5s sulla pagina Facebook. A fare da corredo a queste dichiarazioni le foto del luogo dello scorso 12 febbraio (visibili più in basso).

"Tutti i cinisensi conoscono questa strada, la si percorre per raggiungere il Santuario del Furi, gli abbeveratoi tanto discussi in questi giorni, Piano Margi e le varie abitazioni sparse. Ancora oggi percorrerla non è sicuro, eppure rientra tra i percorsi turistici consigliati per visitare il Santuario... Un'area a rischio geologico che continua ad essere trascurata. Fino a quando? Fino al prossimo funerale?", conclude il post.

A marzo di due anni fa, dopo la tragedia, venne stabilito che il Genio civile non sarebbe intervenuto "perchè nell'area non ci sono abitazioni" e il Comune non era nelle condizioni di affrontare la spesa (circa 200 mila euro). La Provincia invece sarebbe intervenuta solo per sistemare l'area di sua competenza ovvero la strada.

In allegato la copia di deliberazione del consiglio comunale del 23 febbraio 2012, preliminare alla decisione poi presa a marzo (il documento si può consultare anche sul sito del Movimento)  e il post del M5s

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pastore morto a Cinisi, M5S: "La strada ancora non è sicura"

PalermoToday è in caricamento