Coronavirus, pin semplificato per bonus partite Iva e voucher baby sitter

Il consigliere Marcello Susinno (Sinistra Comune) spiega come funzionerà il sistema di richiesta dei contributi: domande al via da lunedì. Ecco chi ne potrà beneficiare

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

L’Inps vara una nuova procedura semplificata per richiedere online il bonus da 600 euro previsto dal decreto "Cura Italia" a favore delle partite Iva, degli autonomi, dei lavoratori agricoli, del turismo e dello spettacolo.

Ne dà notizia il consigliere Marcello Susinno (Sinistra Comune), che spiega: "Nei giorni scorsi, con formale richiesta alla direzione nazionale dell’Inps, avevo rappresentato la necessità di individuare una nuova procedura per inviare le domande senza aspettare la classica lettera presso il domicilio e che quindi occorreva più tempestività data l’emergenza Coronavirus. Lunedì si potranno presentare le istanze per ottenere il bonus baby sitter. A inizio settimana è inoltre previsto il via libera, senza click day, anche alle indennità delle altre cinque categorie di lavoratori coinvolti".

"Finora per aver accesso a tutta una serie di servizi Inps era necessario essere in possesso del cosiddetto Pin dispositivo. Ma per ottenerlo servivano due passaggi: fare richiesta sul portale Inps o al contact center dell’istituto, che invia subito la prima parte del codice via email o tramite sms. Però poi si dovevano attendere gli altri 8 numeri, che compongono la seconda parte del codice, spediti via posta ordinaria. In tempi inaccettabili dato il momento" dice Susinno, secondo cui "l'Inps ha fatto bene ad attivare la procedura semplificata, che permetterà l’invio delle domande di indennità con il nuovo pin da richiedere subito e con un solo passaggio sul sito dell’Istituto di previdenza (www.inps.it) o telefonicamente al contact center (al numero verde 803164 o al numero 06164164)".

Il vicpresidente della Prima circoscrizione, Antonio Nicolao, tuttavia lamenta il fatto che "il Pin semplificato doveva essere esteso a tutte le prestazione, dato che di fatto i patronati non operano".

"In effetti - conclude Susinno - la procedura semplificata è riservata soltanto per la richiesta di indennità prevista dal decreto 'Cura Italia' per le seguenti categorie: indennità professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa; indennità lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Ago; indennità lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali; indennità lavoratori del settore agricolo; indennità lavoratori dello spettacolo; bonus per i servizi di baby-sitting". ​ ​ ​

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento