rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Scuola / Villabate

Villabate, elementare chiusa e bimbi costretti a fare i doppi turni: stanziati 30 mila euro per riaprire alcune aule

Dopo le proteste delle famiglie dei piccoli alunni della Don Milani, la Regione scende in campo per provare ad accelerare la risoluzione del problema. Il sindaco Di Chiara: "Metteremo in sicurezza una stanza della plesso Rinascita e presenteremo un progetto anche per il Rodari"

Trentamila euro per rimettere in sicurezza spazi adatti ad ospitare alcuni bimbi della scuola elementare Don Milani, di Villabate, chiusa per ristrutturazione. A stanzarli intervenendo in soccorso del circolo didattico del piccolo Comune è l'assessorato regionale all’Istruzione. Il contributo arriva dopo le proteste della famiglie dei piccoli alunni contro i turni pomeridiani, iniziati lo scorso 31 marzo. "Servirà - spiega il sindaco Gaetano Di Chiara - in parte per riaprire un'aula del plesso Rinascita, attualmente inagibile a causa di infiltrazioni e problemi di umidità, e in parte li vorrei usare per sistemare anche il plesso Rodari, che attualmente ospita gli alunni dell'elementare, dove tra le altre cose serve una nuova pensilina all'ingresso".

Sono in tutto 20 le classi della Don Milani che hanno dovuto traslocare. Di queste 12 - tutte le quarte, le quinte e due seconde - stanno facendo lezione nel pomeriggio nei plessi Palagonia e Palumbo dove, nelle scorse settimane i problemi, in parte risolti, non sono mancati.

Per cercare di garantire il regolare proseguimento delle attività didattiche, ieri mattina l’assessore Roberto Lagalla ha incontrato la dirigente scolastica Elena Trincanato e il sindaco Gaetano Di Chiara e deciso di dare al Comune un contribuito economico. "Così - spiega Lagalla - rimetteremo presto in funzione alcune aule e, grazie alla disponibilità del sindaco di Villabate, gli uffici di segreteria della scuola potranno essere dislocati momentaneamente nelle sede del Comune. Si potrà inoltre procedere a una più agevole turnazione delle classi della scuola primaria, tra mattina e pomeriggio, accogliendo le istanze delle famiglie e - conclude l'assessore - salvaguardando il diritto allo studio degli alunni del Circolo didattico". 

Per ottenere i fondi e dare il via all'intervento, l'amministrazione ora dovrà preparare dei progetti. "Ci metteremo subito all'opera - spiega il sindaco Di Chiara - per presentare la documentazione. Nella scuola Rinascita - continua il primo cittadino - basteranno pochi giorni di lavori per sistemare il tetto dell'aula che accoglierà i bambini della Don Milani. Inoltre, dal primo marzo tre aule del vecchio municipio ospiteranno sei classi della Don Milani". 

Intanto la consegna dei lavori alla Don Milani, prevista inizialmente per il 7 febbraio, è slittata. "Ci sono stati dei problema tecnici - spiega il sindaco Di Chiara - ma avverrà nei prossimi giorni come concordato tra l'ammministrazione e la ditta". L'intervento dovrebbe essere concluso entro 18 mesi. A giorni dovrebbe aprirsi anche il cantiere della scuola materna Mariele Ventre, chiusa da mesi. In questo caso a mancare non erano i soldi, ma le ditte disposte a fare i lavori.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villabate, elementare chiusa e bimbi costretti a fare i doppi turni: stanziati 30 mila euro per riaprire alcune aule

PalermoToday è in caricamento