Sorpreso mentre telefona dalla cella, detenuto ingoia microtelefonino: operato d'urgenza

L'uomo era ristretto al Pagliarelli, nel reparto ad alta sicurezza. Ha tentato di sfuggire a un blitz della polizia, che ha portato al sequestro di altri telefoni, batterie e un pugnale rudimentale

La radiografia fatta al detenuto che ha ingoiato il telefono

Microtelefonini, un iPhone, batterie e un pugnale artigianale. E' quello che è stato trovato nel corso dei controlli della polizia penitenziaria in alcune celle del carcere Pagliarelli. Un detenuto, ristretto nel reparto ad alta sicurezza, ha anche ingerito il telefono con il quale stava facendo una chiamata al momento del blitz. E' stato necessario il trasporto in ospedale, dove è stato sottoposto a un intervento.

L'attività investigativa è stata condotta dal reparto di polizia penitenziaria dell’istituto. Nei giorni scorsi gli agenti hanno scoperto che un detenuto, con la mansione di elettricista, tentava di introdurre all’interno della struttura un iPhone. Lo aveva nascosto in una scarpa ma durante la perquisizione il piano è stato scoperto. Non ha saputo poi fornire adeguate spiegazioni al personale intervenuto, sotto il coordinamento del commissario capo Giuseppe Rizzo. Adesso sono in corso le indagini per accertare a chi era destinato il telefono.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo accertamenti duranti mesi, è scattato anche un blitz nel reparto di alta sicurezza al quale hanno partecipato circa 50 agenti. "Sono stati rinvenuti - spiegano gli inquirenti - due microcellulari all’interno delle celle e batterie per la ricarica. Trovato anche un rudimentale pugnale,  costruito artigianalmente. Allo scattare del blitz, uno dei detenuti colto di sorpresa mentre effettuava una chiamata all’interno della cella, ha ingerito il telefonino. Per questo è stato urgentemente ricoverato presso il nosocomio più vicino per essere sottoposto a un intervento chirurgico". I detenuti che avevano gli oggeti vietati sono stati deferiti all’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Covid a Palermo, medico si sfoga: "Macché complotto, tante richieste di ricovero e reparto pieno"

  • Tragico incidente in via Roma, scontro auto-moto: un morto

  • Trovato morto il sub disperso a Terrasini, cadavere recuperato sott'acqua

  • Il malore del figlio e la disperazione dei genitori, poliziotti "volano" nel traffico per salvare un giovane

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento