Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca Romagnolo / Via Messina Marine, 91

Capodanno da incubo al San Paolo Palace, party finisce in bolgia: "Risse e biglietti falsi"

Decine di ragazzi imbufaliti hanno pubblicato numerosi post per dare la "caccia" agli organizzatori, spariti per 24 ore dai social per evitare la pioggia di critiche: "Era un Capodanno o un incontro di wrestling?". Dall'hotel: "Noi parte lesa, abbiamo affittato lo spazio"

Doveva essere una "serata indimenticabile" per circa mille giovani che avevano scelto una delle tante serate organizzate per salutare il 2017 e dare il benvenuto all’anno nuovo. In circa 600, invece, si sarebbero ritrovati tra le mani un biglietto falso che non ha garantito loro né l’ingresso al dopocena dell’hotel San Paolo Palace né la possibilità di sfruttare le cinque postazioni open bar, le due piste da ballo e tutto ciò che era stato descritto nell’evento dagli organizzatori che hanno affittato lo spazio dalla struttura alberghiera per il party, uno dei quattro previsti per quella serata e ognuno dei quali affidato a organizzazioni diverse. "Per quanto riguarda il servizio di 'dopocena', gestito in autonomia da un’organizzazione esterna, sono stati registrati svariati disservizi e proteste, in atto in fase di accertamento da parte degli organizzatori stessi. "Per tali ultime circostanze l’hotel si riserva ogni azione di risarcimento a tutela dell’immagine della società", scrivono dal San Paolo Palace.

capodanno san paolo palace 2018-2Superate le fatiche della notte di San Silvestro, per chi ha avuto la fortuna di trascorrere la serata senza intoppi, decine di ragazzi imbufaliti hanno tempestato i social con i loro post alla ricerca degli organizzatori, "spariti" da Facebook per circa 24 ore per sfuggire alla pioggia di critiche e insulti. "Avevano pubblicizzato un evento - spiega a PalermoToday Rossana P. - spiegando che si sarebbe svolto su 14 piani, con piscina panoramica, diverse piste da ballo e altro. Con 50 euro garantivano l’open bar con priveé e altri servizi. Purtroppo dell’hotel San Paolo Palace abbiamo solo visto il cancello d’ingresso, infatti la serata si sarebbe poi svolta in un capannone esterno dove saremo stati circa tremila. All’ingresso non c’erano né gli organizzatori né i bodyguard. Per non restare schiacciata, pur avendo acquistato il biglietto, ho dovuto scavalcare. Dentro era una vera bolgia, ho visto almeno quattro risse in un quarto d’ora. Che bel Capodanno".

Dello stesso avviso un altro giovane, Giosuè Consiglio, che si augura di dimenticare presto il capodanno 2018. "Sarebbe stato più eccitante stare a casa a guardare una serie tv. Iniziamo dall'entrata, in cui nessun membro della sicurezza si è curato di prendermi il ticket che ho sbandierato sopra la testa e che ho pagato 50 euro. Proseguiamo con l'open bar, 'dichiarato' da chi ha organizzato lo scempio fino alla fine della serata, e soppresso già all'una e mezza. Parliamo delle piste poi. Tre conclamate, divenute due sulla pagina ufficiale e trasformatesi in un capannone unico. Uno s….che organizzava e al quale ho chiesto informazioni per due ticket mi ha chiuso il telefono in faccia senza nemmeno darmi spiegazioni. Le serate le abbiamo organizzate tutti, chi più e chi meno, ma non si tratta così chi vi sta portando soldi. Ho dovuto camminare con le mani in tasca perché qualche altro stronzo ha tentato di infilarle, ma menomale che doveva esserci selezione...Conclusione? Se non siete in grado di offrire un servizio degno a chi vi affida le chiavi per il proprio inizio dell'anno, chiudetevi in casa e giocate a carte". "Era un Capodanno o un incontro di wrestling? - commenta su Facebook Domenico Corona - vedevo calci e pugni da tutte le parti".

Per ricostruire quanto accaduto è intervenuto anche "l’illusionista estremo" Christian Carapezza, che curava uno dei cinque eventi organizzati all’interno del San Paolo Palace. "Il nostro spettacolo - spiega l’artista - è andato alla grande. C’erano i buttafuori che evitavano l’ingresso a chi doveva partecipare alle altre organizzazioni e tutto è andato come da programma. Al piano terra era stato organizzato un altro dopocena curato da alcuni ragazzini che poi hanno tolto tutto da Facebook. Secondo gli accordi dovevano essere, per quanto ne sapessi io, circa 300. E invece erano almeno un migliaio". Dopo diverse telefonate e messaggi sui social, e nonostante la poca collaborazione dei dj che proprio quella sera hanno suonato e che hanno preferito però tutelare l’identità di chi aveva la responsabilità su quella serata, è stata la stessa direzione del San Paolo Palace a mettere in contatto la redazione di PalermoToday con gli organizzatori: "Ci spiace per l’accaduto ma non è dipeso da noi. Quella sera abbiamo tamponato come potevamo, ma erano previsti 300 accessi per cui c’erano gli spazi necessari per la sicurezza. I ragazzi adesso - concludono dall'amministrazione della struttura alberghiera - dovranno spiegare l’accaduto e assumersene la responsabilità".

Sulla vicenda, a nome del gruppo di "promoter" che ha organizzato la serata, è intervenuto Giuseppe Torregrossa: "Presto pubblicheremo un comunicato per spiegare i disservizi di quella serata che non sono dipesi da noi. Prevedevamo un’affluenza di circa mille persone che, con due sale a disposizione, avrebbero avuto tutto lo spazio necessario per divertirsi. Organizziamo serate tutto l’anno come promoter, ovvero un gruppo di ragazzi senza dietro una società o un’associazione. Giorno 29 dicembre, dopo aver raggiunto il sold out, qualcuno ha falsificato circa 600 biglietti creandoci non pochi problemi. Ma l’abbiamo già identificato e provvederemo a denunciarlo. Circa 200 tagliandi li abbiamo recuperati all’ingresso e molte persone sono state respinte con grande rammarico. Capisco che brindare in mezzo alla strada non è bello. Molti hanno scavalcato e i partecipanti che non erano stati selezionati da noi, giovani della ‘Palermo bene’, hanno saccheggiato il bar, rubato oggetti personali e danneggiato la struttura alberghiera. Fatti che sono stati ripresi dalle telecamere. Detto ciò la serata è proseguita tranquillamente e dall’una alle quattro ci siamo diverti molto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno da incubo al San Paolo Palace, party finisce in bolgia: "Risse e biglietti falsi"

PalermoToday è in caricamento