Cronaca Via Volturno

"Shopping compulsivo" con un bancomat rubato, arrestato un pregiudicato

In manette il 54enne Antonino Mamone. Vittima dell’accaduto una donna, che dopo il furto del suo portafogli ha ricevuto per oltre mezz’ora i messaggi della sua banca che le segnalavano gli acquisti

Ruba un bancomat e si lascia trasportare da un "attacco di shopping compulsivo". La polizia ha arrestato un pregiudicato palermitano di 54 anni, Antonino Mamone, con l’accusa di furto e utilizzo fraudolento di carta di credito. Agli agenti è bastato ricostruire la mappa dei negozi in cui aveva effettuato degli acquisti per individuarlo e bloccarlo in via Volturno, all’uscita dall’ultimo negozio del suo "tour". Fondamentale il contributo fornito dal servizio di "sms alert" dell’istituto bancario che ha emesso la carta.

E’ accaduto ieri mattina, quando una donna ha allertato il 113 riferendo di essere stata derubata della borsa e aver ricevuto dalla propria banca, per oltre mezz’ora, dei messaggi sul telefonino,con orari, importi e attività commerciale dove era stata utilizzata la carta. Così i poliziotti hanno raggiunto la donna in via Libertà, ricostruendo poi il percorso fatto dal ladro grazie alle tracce lasciate durante la mattinata. L’ultimo messaggio si riferiva a un acquisto fatto in un negozio vicino al Teatro Massimo.

Gli agenti si sono "fiondati" sul posto, prendendo contatti con l’ultimo commerciante che aveva avuto a che fare il 54enne. Dopo aver raccolto la descrizione del malvivente, le forze dell’ordine hanno perlustrato la zona trovando Mamone che passeggiava con diversi sacchetti in mano. Una volta avvicinato e ascoltato, l’uomo ha spiegato di aver fatto acquisti in contanti. "Proprio i pacchetti che portava con sé lo hanno tradito - spiegano dalla Questura - poiché gli agenti hanno notato che ogni busta in suo possesso corrispondesse alle attività commerciale dove la carta era stata utilizzata".

Dopo aver effettuato un controllo gli agenti hanno rinvenuto la carta di credito ricercata nelle tasche del giubbotto di Mamone che, sentendosi alle strette, ha ammesso le proprie responsabilità, fornendo inoltre l’esatta indicazione del luogo in cui aveva gettato il portafogli della donna. Il 54enne è stato condotto presso gli uffici della Questura per gli accertamenti di rito e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, posto ai domiciliari in attesa di essere giudicato per direttissima.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Shopping compulsivo" con un bancomat rubato, arrestato un pregiudicato

PalermoToday è in caricamento