"Lo speciale su Borsellino andato in onda su La7? Impreciso e noioso"

L'avvocato Rosalba Digregorio, legale degli imputati scagionati per la strage di via D'Amelio, boccia senza appello la trasmissione di Andrea Purgatori: "Troppe notizie, neppure ben verificate e la assenza di un filo logico"

Rosalba Digregorio - adnkronos

Una "trasmissione noiosa, costellata da imprecisioni e disinformante". L'avvocato Rosalba Digregorio boccia senza appello lo speciale sulla strage Borsellino andato in onda su La7 di Andrea Purgatori. Digregorio, legale storico di Bernardo Provenzano e più di recente degli imputati condannati ingiustamente, perché accusati dal pentito Scarantino di avere fatto parte della strage di via D'Amelio, sottolinea all'Adnkronos che "la trasmissione è stata realizzata anche mixando vecchi e altrui pezzi".

"Doveva avere come titolo 'La trattativa... un processo ancora in corso a Palermo" e non in tre città contemporaneamente come ha erroneamente detto Purgatori - dice l'avvocato -. Che ha pure detto che Scarantino fece 19 anni di carcere". Per il legale la trasmissione di Andrea Purgatori è stata "piena di accatastamento di notizie, dall'arresto di Brusca, che non c'entra niente, a scene del maxi, alla cattura di Provenzano, a Mutolo che diventa 'confidente di Riina' fino a Scarantino che viene smentito solo con Spatuzza e mai aveva ritrattato e controritrattato".

E avverte: "Se sei un ascoltatore che sa poco, non capisci nulla. Troppe notizie, neppure ben verificate e la assenza di un filo logico". "Se sei più che informata, allora ti incazzi: dopo aver fatto malagiustizia nei processi di strage Borsellino, a cominciare da chi li ha fatti (inquirenti , requirenti e giudicanti) fino a chi li ha, al tempo, scritti male sulla stampa, disinformando, potremmo pure cominciare a portare (anche se in ritardo) un po di rispetto al Procuratore Borsellino e ai figli".

"Usare il titolo " depistaggio di via D'Amelio", per attirare ascoltatori su un tema di interesse - denuncia ancora l'avvocato Digregorio - usare Fiammetta , lasciata sola a chiedere giustizia e ... poi scodellare ben altro, non è offensivo solo per chi ascolta, ma anche per le vere Vittime di quella strage e di quel depistaggio". "E , visto ciò che è stato trasmesso, direi che perdiamo tempo a continuare a parlarne", dice. Che "da un depistaggio conclamato ormai da sentenza di revisione definitiva, oltre che dal quater, siano venuti fuori, ad oggi, un processo ai poliziotti a Caltanissetta una indagine in atto a Caltanissetta e a Messina non se ne deve parlare?", dice ancora Rosalba Digregorio. "Se non se ne parla perché in corso, allora non si parli di trattativa- avverte -. E comunque ogni cosa va col titolo appropriato".

"Comunque è significativo che in una trasmissione sul depistaggio non venga sentito nessuno dei Pm che hanno a Caltanissetta lavorato per ripulire i processi depistati - lamenta ancora-. E neppure Pietro Grasso con cui si pentì Gaspare Spatuzza. E neppure hanno detto i nomi di chi è stato condannato ingiustamente". L'avvocato fa riferimento agli imputati scagionati Gaetano Murana, Cosimo Vernengo, Giuseppe La Mattina, Giuseppe Urso, Gaetano Scotto, Salvatore Profeta e Natale Gambino. Furono tutti condannati ingiustamente e poi scagionati, dopo avere trascorsi molti anni in carcere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte: Adnkronos
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente all'Acquapark, giovane batte la testa: ricoverato in gravi condizioni

  • Vendono frutta e verdura con il reddito di cittadinanza in tasca, nei guai 2 fratelli

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • "Facciamo sesso a tre o divulghiamo il tuo video hard": condannata coppia che minaccia fidanzata figlio

  • Tuffo all'Acquapark di Monreale, 26enne sarà sottoposto a intervento chirurgico

  • Rientra verso il b&b ma si perde e chiede indicazioni, turista picchiato e rapinato

Torna su
PalermoToday è in caricamento