menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Come il Coronavirus "irrompe" nei nostri sogni: la ricerca di due psicologhe di Palermo

L'obiettivo di "Sogni in quarantena" è quello di comprendere l'impatto che l'epidemia da Covid-19 ha avuto sul sonno e sui sogni: si tratta di un questionario che sarà utilizzato per scopi scientifici

"Sogni in quarantena". Si chiama così una ricerca partita da due psicologhe di Palermo, Donatella Taverna e Andreina Giustiniani, sotto la supervisione di Ferdinando Testa, psicoanalista junghiano del Centro italiano di psicologia analitica (Cipa) di Catania, che ha già raccolto 300 sogni degli italiani da Nord a Sud nella Penisola in tempo di Pandemia.

"Vogliamo mettere in evidenza i sogni relativi all'inconscio personale e all'inconscio collettivo fatti da persone provenienti da tutta il Paese. Vogliamo mettere in correlazione - spiega Testa - gli aspetti legati alla creatività, stando più in casa, e alla qualità del sonno in relazione ai sogni svolti".

L'obiettivo di "Sogni in quarantena" è di comprendere l'impatto che l'epidemia da Covid-19 ha avuto sul sonno e sui sogni. È un questionario in modo anonimo, che sarà utilizzato per scopi scientifici. "I sogni, nella teoresi junghiana contengono degli elementi appartenenti alla psiche collettiva, quindi al collettivo, ed è possibile comprenderli lavorando ed interpretando le immagini che si manifestano come simboli. Ti chiediamo pertanto - scrivono gli autori nella presentazione del progetto - di compilare questo questionario che ti impegnerà una decina di minuti, raccontandoci i tuoi sogni degli ultimi giorni. Puoi raccontarci uno o più sogni, l'importante è che siano stati 'sognati' nelle ultime 3 settimane. Ti chiediamo anche di tenere conto del tuo stato psichico attuale e della tua attuale situazione di vita quotidiana. Anche se i sogni che ci racconterai possono riguardare qualsiasi notte, ti chiediamo di compilare un questionario del sonno riguardo a come hai dormito ieri sera".

I dati saranno coperti da segreto professionale e "per quel che concerne il trattamento dei propri dati personali e sensibili raccolti nell'ambito del presente studio - concludono - questi saranno trattati ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali, dal Regolamento Europeo sulla Privacy, Decreto Legislativo 101/2018".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento