Elezioni

Elezioni, urne aperte in sei comuni: i cittadini scelgono sindaco e Consiglio

Si vota a Cinisi, Monreale, Bagheria, Bompietro, Borgetto e Roccamena. Possibile il voto disgiunto. Viene eletto chi conquista più consensi al primo turno tranne a Bagheria e Monreale dove si vota con il maggioritario a doppio turno

Seggi aperti dalle 7 nei 34 comuni siciliani dove si vota per il rinnovo di sindaci e Consigli comunali. Nel Palermitano si vota a Cinisi, Monreale, Bagheria, Bompietro, Borgetto e Roccamena. Dalle 23 lo spoglio delle schede.

Nei Comuni con popolazione fino a quindicimila abitanti viene eletto al primo turno il candidato sindaco che ottiene il maggior numero di voti validi. Nei Comuni con popolazione superiore a quindicimila abitanti (Bagheria e Monreale ndr) viene eletto sindaco il candidato che ottiene almeno il 40% dei voti validi al primo turno. In caso contrario, si procederà al ballottaggio e risulterà eletto il candidato che avrà ottenuto più voti. L'eventuale secondo turno sarà il 12 maggio.

Elezioni amministrative in 6 comuni del Palermitano: alle 12 affluenza al 14,79%

L’elettore può scegliere di votare per una lista, attribuendo così automaticamente la preferenza anche al candidato sindaco collegato (cosiddetto "effetto trascinamento"), oppure può votare solo per il candidato sindaco. Si può inoltre effettuare il "voto disgiunto", votando per un candidato sindaco e per una lista a esso non collegata. Infine, per il Consiglio comunale, l’elettore può esprimere la propria preferenza scrivendo il cognome, o nome e cognome in caso di omonimia, del candidato prescelto di fianco al simbolo della lista. Qualora esprima due preferenze, dovranno essere una di genere maschile e l'altra di genere femminile, pena la nullità della seconda.

Come si vota, i candidati e le liste che li sostengono

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, urne aperte in sei comuni: i cittadini scelgono sindaco e Consiglio

PalermoToday è in caricamento