rotate-mobile
Amministrative 2022

Caos nel centrodestra, Fratelli d'Italia punta il dito contro Lega e Forza Italia: "Vogliono danneggiarci"

Volano gli stracci dopo l'annuncio dell'accordo sul ticket Cascio-Scoma smentito dallo stesso Scoma. Dal partito di Giorgia Meloni: "Piuttosto che combattere le sinistre, sembra vogliano dividere e indebolire il centrodestra. Non ci resta che auspicare un intervento di Berlusconi"

Dopo il siparietto tra Lega e Forza Italia, con l’annuncio fatto da Nino Minardo e Gianfranco Miccichè di un accordo sul ticket Cascio-Scoma smentito a stretto giro dallo stesso Scoma, Fratelli d'Italia punta il dito contro quei partiti che dovrebbero rappresentare parte dell’alleanza di centrodestra per i prossimi appuntamenti elettorali. "Non possiamo non notare si legge in una nota diffusa dal partito di Giorgia Meloni - come questi comportamenti, e molti altri segnali, testimoniano più la volontà di danneggiare Fratelli d’Italia piuttosto che quella di combattere le sinistre".

"Dispiace che queste stesse forze politiche - si legge ancora - non mettano almeno lo stesso impegno che dedicano a frenare la crescita di Fdi quando si tratta di opporsi allo strapotere della sinistra all'interno della maggioranza che sostiene il governo Draghi e della quale fanno parte. Quello che preoccupa è che il comportamento di Lega e Fi sembra essere finalizzato soprattutto a dividere e indebolire il centrodestra, strada che può avere come unico obiettivo quello di proseguire l'alleanza arcobaleno con la sinistra anche dopo le prossime elezioni politiche".

In vista delle consultazioni alle comunali e alle regionali Fratelli d’Italia sostiene invece di volere "restare coerente, in Sicilia come nel resto d'Italia: sosteniamo la conferma del presidente regionale uscente (Nello Musumeci, ndr) favorito nei sondaggi e apprezzato dai siciliani per la sua onestà e il lavoro svolto. Allo stesso tempo abbiamo sempre dato disponibilità a ricercare con tutto il centrodestra (se ancora tale si considera), nessuno escluso, candidati unitari e vincenti a Palermo e Messina".

"Siamo pronti anche oggi - concludono - ad ogni serio confronto e ad ogni proposta capace di unire davvero, prima di arrendersi e prendere ciascuno le proprie decisioni. A patto che vi sia una sterzata di responsabilità per uscire dai personalismi e dall'improvvisazione che hanno accompagnato fin qui la vicenda, come dimostrano da ultimo la inaspettata smentita di Scoma e le posizioni divaricate di Forza Italia e Lega a Messina. Non ci resta che auspicare un intervento diretto di Silvio Berlusconi che - complice la Pasqua - non siamo certi sia stato reso partecipe delle ultime scelte del partito siciliano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos nel centrodestra, Fratelli d'Italia punta il dito contro Lega e Forza Italia: "Vogliono danneggiarci"

PalermoToday è in caricamento