Buoni spesa, Susinno: "Troppe pratiche ferme e cittadini vivono alla giornata"

Il consigliere comunale di Sinistra Comune Marcello Susinno sollecita gli uffici auspicando che "le vacanze di agosto non fermino la macchina degli aiuti che l'amministrazione ha messo in campo"

"La misura destinata ai nuclei familiari che si trovano in stato di bisogno, a causa dell’emergenza Covid-19, sembrerebbe ancora ferma". Lo dice, in una nota, il consigliere comunale di Sinistra Comune Marcello Susinno in merito all'erogazione dei cosiddetti "buoni spesa".

buoni spesa pratica-2Secondo Susinno "tanti nuclei familiari cominciano a chiedere riscontro rispetto alle loro istanze avanzate attraverso il portale del Comune per avere i buoni spesa, che possono raggiungere anche le 800 euro mensili, da utilizzare per l’acquisto di beni di prima necessità, utenze e canoni di affitto. Accedendo alla propria posizione dal portale, con pin e password - spiega Susinno - in più posizioni si riscontra 'istanza in attesa di esame preventivo e protocollazione' circostanza che preoccupa i richiedenti, costretti a continuare ad arrangiarsi alla giornata. L'auspicio e che le vacanze di agosto non fermino la macchina degli aiuti che l'amministrazione ha messo in campo in relazione alle condizioni economiche riferite al mese di giugno 2020".

"Ci sono famiglie - dice Antonio Nicolao, vicepresidente della prima circoscrizione - che non sanno come comporre il pranzo o la cena e restano completamente affidate ad aiuti vari di persone e associazioni del territorio. L'aiuto del Comune tramite buoni spesa per la prima misura - conclude Nicolao - ha dato sostegno a circa 13.500 famiglie pari a 50.000 persone numeri che evidenziano il bisogno che c'è città".

La replica dell’assessore Mattina

“Il Comune ha ricevuto fino ad oggi 4.711 domande complete per l'accesso ai buoni spesa previsti dalla Finanziaria regionale. Un numero molto ridotto rispetto alle domande ricevute durante il lockdown, che dimostra come nel frattempo siano efficaci altri interventi in corso da parte dello Stato, in particolare con il Reddito di emergenza. Va poi tenuto conto che la platea dei richiedenti si è evidentemente ristretta perché molte persone sono tornate al proprio lavoro oppure stanno beneficiando delle diverse forme di ammortizzazione sociale introdotte a livello nazionale o regionale, come la cassa integrazione o il bonus per le partite Iva. Poiché il sistema messo a punto dal Comune con l'Ufficio del Webmaster è pressoché interamente automatizzato, sappiamo già - continua l'assessore Mattina - che in base alle dichiarazioni presentate non più del 10-12% dei richiedenti ha i requisiti previsti, poiché moltissimi nel frattempo usufruiscono appunto di altre forme di sostegno al reddito e contributi. Mi lasciano pertanto particolarmente amareggiato le parole del consigliere Marcello Susinno che addita i dipendenti comunali per presunti ritardi che in realtà non ci sono affatto. Per altro, poiché imposta dalla normativa sugli appalti, la gara per l'individuazione della ditta che fornirà i buoni pasto non si è ancora conclusa, pur svolgendosi nelle forme accelerate e agevolate previste dal cosiddetto Decreto Rilancio. In quei pochissimi casi di situazioni di estrema emergenza, restano comunque attive le forme di assistenza diretta ‘ordinarie’ offerte dal Comune, a partire dalla fornitura diretta di beni alimentari. Gli uffici comunali sono sempre disponibili anche in questo mese di agosto per dare tutte le informazioni necessarie e supportare i cittadini nelle richieste."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Sindaco ha affermato che "il sostegno alle famiglie in difficoltà non è mai venuto meno durante il lockdown e non verrà meno nei prossimi mesi, mettendo a sistema tutte le misure previste, oltre ai buoni anche con le altre attività legate all'agenzia sociale per la casa. Palermo ha dimostrato di potersi e sapersi prendere cura delle persone più in difficoltà e continuerà a farlo senza alcun approccio burocratico ma con la massima attenzione ai diritti delle persone."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento