Lunedì, 26 Luglio 2021
Politica

"Basta assunzioni ingiustificate di collaboratori", la Corte dei Conti striglia ancora l'Ars

I magistrati invitano l'Assemblea a rivedere il sistema "per una programmazione razionale dei fabbisogni di personale, prevenendo il rischio di un aumento ingiustificato delle assunzioni"

La sede dell'Ars

"Basta assunzioni ingiustificate all'Assemblea regionale siciliana". Il nuovo richiamo al contenimento dei costi arriva dalla sezione di controllo della Corte dei conti regionale nella deliberazione firmata dal presidente Maurizio Graffeo.

Il tema è ancora una volta quello del boom di portaborse, nella legislatura che si è aperta il 15 dicembre, nonostante la riduzione dei deputati da 90 a 70. I magistrati invitano a trovare "una soluzione di più ampio respiro in questa legislatura e tenere conto dei prevedibili maggiori oneri connessi all'assunzione di un maggior numero di dipendenti". Si tratta di rivedere il sistema "per una programmazione razionale dei fabbisogni di personale, prevenendo il rischio di un aumento ingiustificato delle assunzioni". Il decreto del presidente dell'Assemblea del 22 novembre 2017 che ridefiniva in modo più razionale la questione, nota la Corte, non era stato trasmesso all'ufficio di controllo, nè messo a disposizione dei gruppi che "hanno riproposto in molti casi contratti con i vecchi 'vizi'".

Per la Corte dei Conti resta urgente "una pronta e definitiva risistemazione della materia, anche ai fini di una determinazione dei contributi per le spese di personale che sia omnicomprensiva per ciascun gruppo di tutte le posizioni lavorative". L'Assemblea dovrebbe limitarsi alla quantificazione complessiva dei contributi da trasferire a ciascun gruppo, mentre la gestione dei singoli rapporti di lavoro dovrebbe essere demandata interamente alla parte datoriale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Basta assunzioni ingiustificate di collaboratori", la Corte dei Conti striglia ancora l'Ars

PalermoToday è in caricamento