Amat, dalla Regione 1,7 milioni per il rimborso dei chilometri effettuati dal tram

Lo rende noto l'assessore regionale ai Trasporti, Marco Falcone, in visita all'azienda di via Roccazzo. "Per la prima volta, dopo anni d'attesa, interveniamo direttamente a sostegno della rete tranviaria"

"Stamane abbiamo consegnato nelle mani del presidente Michele Cimino il decreto dell'assessorato ai Trasporti che assegna all’Amat 1,7 milioni di euro per il servizio tramviario". Lo rende noto l'assessore regionale alle Infrastrutture e ai Trasporti, Marco Falcone, oggi in visita all'Amat.  

I fondi altro non sono che la quota di rimborso chilometrico per il servizio di trasporto urbano su "ferro" effettuato dall'Amat, versato dalla Regione per il triennio 2016-2019. Tali somme sono aggiuntive a quelle riconosciute dal Comune nell'ambito del contratto di servizio. Lo stanziamento è stato deliberato da Palazzo d'Orleans dopo che il Comune nel piano di risanamento dell'Amat ha riconosciuto analogo rimborso al tram, nell'ambito delle risorse complessive finora erogate per il gommato. Già a maggio di quest'anno il Comune aveva previsto nel nuovo contratto integrativo stipulato con la partecipata l'equiparazione fra bus e tram ai fini del rimborso chilometrico.

"Siamo particolarmente soddisfatti - ha aggiunto Falcone - perché è la prima volta, dopo anni d'attesa, che la Regione interviene direttamente a sostegno del tram: una soluzione per la mobilità cittadina che coniuga da sempre efficienza e sostenibilità. Confermiamo così il nostro impegno a sostegno dello strategico comparto del trasporto pubblico locale". La copertura delle risorse deve ancora essere confermata per il prossimo anno.

"Ringrazio il governo Musumeci e l’assessore Falcone - ha dichiarato il presidente dell'Amat Michele Cimino - per aver mantenuto l'impegno a sostenere con risorse importanti e concrete la mobilità a Palermo". 

Per il sindaco Leoluca Orlando, "già a maggio, con la sottoscrizione dell'accordo integrativo e con il piano di risanamento dell'Amat il Comune aveva fatto da apripista rispetto al giusto riconoscimento del tram come parte integrante del sistema di trasporto pubblico locale. Un segnale culturale prima ancora che economico, perché indica un importante passo affinchè il trasporto ferrato abbia il giusto riconoscimento del suo valore sul fronte della sostenibilità ambientale".

L'assessore alla Mobilità Giusto Catania ha ricordato che "nel 2020 grazie al contratto integrativo di cui proprio il riconoscimento dei chilometri percorsi dal tram è parte fondamentale, il Comune ha sbloccato fondi per oltre quindici milioni, dimostrando come l'impegno per la mobilità sostenibile dell'amministrazione si concilia con l'impegno per la sostenibilità aziendale di Amat".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento