Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cultura

Palermo si fa musica: 15 pianoforti invadono la città, si suona anche sul tram

Da venerdì a domenica, una sessantina gli eventi gratuiti che coinvolgeranno tutto il territorio, dal centro alle periferie, dall'alba fino a notte. Tra gli ospiti il compositore Danilo Rea che aprirà la manifestazione allo Spasimo con un tributo a Fabrizio De Andrè

La presentazione di Piano City Palermo al Teatro Massimo

La musica accorcia le distanze: Milano porta a Palermo Piano City, tre giorni di concerti di pianoforte. Da domani a domenica in città si suona, dal rock alla musica classica. Una sessantina gli eventi diffusi che coinvolgeranno tutto il territorio, dal centro alle periferie, dall'alba al tramonto. Il tutto a costo zero per i palermitani: gli eventi saranno, infatti, gratuiti e il Comune non ha versato un euro per organizzare l'iniziativa culturale, realizzata in collaborazione con il Teatro Massimo e sponsorizzata da Intesa San Paolo e Fastweb. La musica invaderà anche la linea 4 del tram: viaggiando da Notarbatolo a Calatafimi e viceversa si potrà ascoltare jazz, all'andata, e musica classica, al ritorno. La partenza sarà domenica 1 ottobre alle 15.30. 

"E' iniziato tutto con una telefonata in una tarda serata di qualche mese fa - racconta il Sovrintendente del Teatro Massimo, Francesco Giambrone - durante la quale gli organizzatori di Piano City Milano ci hanno fatto sapere che avrebbero voluto organizzare in città, durante il prossimo fine settimana, l'evento. Noi avevamo già il nostro teatro pieno di pianoforti in occasione della Maratona Chopin ed è proprio da qui che siamo partiti. Abbiamo fatto rete con tutti i partner che sul territorio fanno musica e, insieme agli organizzatori milanesi, abbiamo stilato il programma".

IL PROGRAMMA COMPLETO DEI CONCERTI

Saranno 15 i pianoforti che gireranno per le diverse location scelte per Piano City Palermo: dalla Kalsa, all'Albergheria, dalla Cala alla Zen fino a Mondello dove domenica alle 6.45 Gilda Buttà, suonerà la colonna sonora del film "La leggenda del pianista sull'Oceano" di Ennio Morricone. All'alba in musica anche sabato dove ai Quattro Canti, che per l'occasione saranno chiusi al traffico, si esibirà Cesare Picco. Ad aprire la manifestazione venerdì alle 21, allo Spasimo, sarà il compostore di fama internazione Danilo Rea, con un tributo a Fabrizio De Andrè. Ci sarà anche Maurizio Pollini, considerato uno dei più grandi pianisti della nostra epoca, particolarmente famoso per le sue interpretazioni di Beethoven, Chopin, Schubert, Schumann e della seconda scuola di Vienna. Quest'anno in Italia farà solo tre concerti: a Roma, a Milano e a Palermo. Abituato a suonare nei grandi teatri suonerà allo Zen dove incontrerà un pubblico nuovo per lui. Chiese, oratori, teatri, e palazzi storici e strade si trasformano in un enorme palcoscemico. La musica andrà letteralmente in giro a bordo di alcune bicicletta che partiranno dal Teatro Massimo. 

"Palermo è la Capitale della cultura 2018 e sta vivendo un momento propizio - dichiara Ricciarda Belgiojoso, nella direzione artistica di Piano City Milano - , è quindi il contesto ideale dove portare la musica. Così abbiamo pensato di proporre all'amministrazione l'edizione zero dell'iniziativa. Il ritmo della città però è stato così trascinante da dare vita ad un programma fittissimo, un programma siciliano che vede le collaborazioni del Conservatorio di Palermo ma anche di quello di Trapani e la partecipazione anche di ospiti di rilevanza internazionale. La collaborazione con il Comune e il Teatro Massimo è stata proficua e ci sono tutti gli elementi per fare il bis l'anno prossimo".

Un programma che porta la cultura in periferia."Anche Manifesta - afferma l'assessore alla Cultura Andrea Cusumano - avrà allo Zen una delle sue sedie. È questa la logica che si sta seguendo: la cultura come inclusione. Abbiamo fatto uno sforzo enorme in questi ultimi anni per fare della città un luogo dove la cultura è diffusa e credo che questo sia un importante risultato". 

Soddisfatto del risultato raggiunto anche il sindaco Leoluca Orlando: "Ore e ore di musiche in tutta la città, anche sul tram sono la conferma che ci siamo meritati il titolo di Capitale della cultura. Palermo si collega a Milano, una città importante d'Italia soprattutto dal punto di vista culturale e artistico. Palermo è una città che connette". 

La manifestazione, che coinvolge anche Le Vie dei Tesori e porta la musica anche a Palazzo Mirto e all'Orto Botanico, sarà trasmessa in televisione: la Rai farà una trasmissione di mezz'ora dedicata a Piano City Palermo. Chi non potrà essere presente volendo potrà vederla da casa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo si fa musica: 15 pianoforti invadono la città, si suona anche sul tram

PalermoToday è in caricamento