Omicidio in via Dante, donna uccisa con delle forbici conficcate in gola

La vittima è Antonietta Giarrusso di 65 anni, titolare di un negozio di parrucche. Si è subito pensato ad una rapina, ma nella bottega sono stati trovati mille euro in contanti. Sull'episodio indaga la polizia

Redazione 30 aprile 2012

Una donna, Antonietta Giarrusso, di 65 anni, titolare di una fabbrica di parrucche “Ninni manifatture per parrucche”, è stata assassinata nel suo negozio in via Dante. La vittima è stata trovata con un paio di forbici conficcate nella gola. Sono in corso indagini della polizia che sta cercando di ricostruire la dinamica dell'omicidio. Gli investigatori ritengono che la furia dell'omicida sia tale da far supporre una vendetta personale piuttosto che una rapina. All'interno del negozio infatti sono stati trovati mille euro in contanti.

RILASCIATO IL CLOCHARD FERMATO.

GLI INVESTIGATORI VISIONANO LE IMMAGINI DELLE TELECAMERE.

Il delitto sarebbe avvenuto intorno a mezzogiorno. Il cadavere dell’anziana è stato scoperto nello sgabuzzino del negozio, uno degli ultimi rimasti a Palermo nella vendita delle parrucche, al numero 52 di via Dante, accanto a una filiale della Banca San Paolo. La donna presentava diverse ferite al petto e anche ad un avambraccio con il quale avrebbe tentato di difendersi dalla furia dell'aggressore. Prima sarebbe stata colpita con un coltello in maniera tanto violenta che la lama si sarebbe spezzata, poi “finita” con un paio di forbici alla gola. A dare l'allarme è stato il marito novantenne della donna che aveva tentato inutilmente di chiamarla al telefono. L'uomo si è recato al negozio, che però era chiuso. Per forzare l'ingresso è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco che hanno poi scoperto il cadavere.

Annuncio promozionale


 

Antonietta Giarrusso
Noce
omicidi

Commenti