Costume e Società

Va' sentiero, a zonzo per l'Italia fino in Sicilia: da Messina a Trapani passando per Palermo

Negli ultimi mesi il giovane team ha attraversato l'intero stivale. Ora tocca scoprire l'Isola da est a ovest. 557 chilometri tra borghi magici (Novara di Sicilia, Petralia Sottana, Piana degli Albanesi, Alcamo ed Erice) e parchi naturali come quello dei Nebrodi o delle Madonie

Il team di Va' Sentiero

Le 2 ragazze e i 4 ragazzi del team di Va’ Sentiero riprendono la spedizione ambientale, culturale e sociale cominciata a maggio 2019 lungo il Sentiero Italia, ripartendo dalla Sicilia. Quasi 557 chilometri a piedi da Messina in 28 tappe e 35 giorni con arrivo a Trapani il 30 maggio passando per Palermo, per poi proseguire con Sardegna, Campania, Basilicata e Calabria entro la fine dell’estate. L’obiettivo? Scoprire e condividere le bellezze e le fragilità delle terre alte dello Stivale, all’insegna del turismo sostenibile. 

Il sentiero più lungo d'Italia 

Zaino di nuovo in spalla, i ragazzi di Va’ Sentiero sono impegnati da 3 anni come volontari a esplorare, documentare e condividere le bellezze e le criticità lungo il Sentiero Italia, il trekking più lungo del mondo. Dei 7000 chilometri totali di quello che è stato definito dalla Cnn “il più grande dei grandi cammini”, negli ultimi mesi il giovane team di Va’ Sentiero ne ha già attraversati due terzi, documentandone ogni tappa in un libro fotografico, un docufilm e una guida digitale in costante aggiornamento su www.vasentiero.org, accessibile a tutti gratuitamente. Al centro di questo enorme lavoro di ricerca e promozione terrritoriale non solo il patrimonio ambientale e paesaggistico, ma anche gli aspetti culturali e sociali, tra luci e ombre.

La Sicilia da est a ovest 

Ora è il momento della Sicilia, da attraversare a piedi da est a ovest, da Messina a Trapani: 557 km tra borghi magici (Novara di Sicilia, Petralia Sottana, Piana degli Albanesi, Alcamo, Erice) e imperdibili patrimoni paesaggistici, inclusi tutti e 4 i parchi naturali regionali della Sicilia: Parco dei Nebrodi, Parco dell’Etna, Parco Fluviale Alcantara e il Parco delle Madonie. Da Trapani sarà il turno della Sardegna per poi proseguire entro la fine dell’estate lungo le ultime 3 regioni che mancano all’appello per completare il Sentiero Italia: Campania, Basilicata e Calabria. Nel rispetto delle misure preventive anti-contagio, al momento non sarà possibile unirsi alla spedizione di Va’ Sentiero, ma chiunque lo desideri può seguire i passi della spedizione autonomamente, ripercorrendo le tappe attualmente recensite in ogni dettaglio sulla guida digitale gratuita e autoprodotta www.vasentiero.org, lungo il Sentiero Italia e alcune interessanti deviazioni. 

Il team sul sentiero 

Il team di Va’ Sentiero è composto da sei giovani camminatori: il fondatore Yuri Basilicò, 34enne specializzato in Relazioni internazionali, guida del team sul sentiero e coordinatore del progetto; la cofondatrice Sara Furlanetto, 27 anni, specializzata in Fotogiornalismo e Documentaristica, fotografa e responsabile della comunicazione; il cofondatore Giacomo Riccobono, 29 anni, specializzato in Marketing, ufficiale logistico; Andrea Buonpane, 31 anni, videomaker; Francesco Sabatini, 31 anni, filosofo, cambusiere e responsabile della ricerca culturale; Martina Stanga, 26 anni, specializzata in Economia e social media manager. A loro si aggiunge Giovanni Tieppo, ex camionista in pensione e driver del furgone, impegnato a seguire la spedizione come supporto logistico. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va' sentiero, a zonzo per l'Italia fino in Sicilia: da Messina a Trapani passando per Palermo

PalermoToday è in caricamento