Claudia Giannettino, la maestra-dj palermitana in lizza fra le top 100 del mondo

In cattedra di giorno e in consolle di notte, esce su Beatport il brano "No Reason". L'artista inoltre è stata recentemente selezionata fra le dj che possono aspirare all'ingresso nella top 100 del concorso Djanemag

Claudia Giannettino, nota alle cronache per il suo doppio ruolo, maestra di giorno e dj la notte, fa un passo avanti e diventa producer, termine con il quale si indicano gli artisti che compongono musica propria. Esce su Beatport, la piattaforma internazionale specializzata nel genere dance, il brano No Reason, per l'etichetta Prison Entertainment. 

La prima produzione personale di Claudia Giannettino arriva in un momento particolare della sua quasi ventennale carriera, dato che è stata recentemente selezionata fra le dj che possono aspirare all'ingresso nella top 100 del concorso Djanemag, lanciato ogni anno da DjMag, nota rivista britannica del settore. Proprio quando ha deciso di sospendere l'attività live per le conseguenze dalla pandemia mondiale, l'artista siciliana ha trovato un importante riscontro internazionale, che l'ha indotta a dare finalmente sfogo anche alla propria creatività, incidendo in studio una traccia tutta sua.

In No Reason c'è il suo modo di vedere la musica e tutto l'amore per la techouse. "La musica - afferma Claudia - è evasione ed espressione, riesce a creare condivisione, accompagna le nostre giornate, i momenti belli come quelli brutti, ha la caratteristica di essere universale, può essere ascoltata da chiunque e riesce a trasmettere innumerevoli emozioni e sensazioni. Non ha confini ed è la chiave di tutto. Ci sono tante sfaccettature nella musica e io amo ascoltare tanti generi, ma senza perdere mai di vista la techno, la techouse e l’house». In poche parole, per la dj palermitana, «la musica è sacrificio ma anche gioia di fare ciò che si ama". 

Un momento difficile per le discoteche 

È un momento difficile per le discoteche e Claudia ha mostrato un grande senso di responsabilità. "Il mondo della notte - sostiene - è stato un capro espiatorio, lo Stato ha deciso di riaprire e poi chiudere di nuovo dopo agosto, senza regole chiare e senza controlli. Da un lato vedevamo gente che moriva, dall’altro i video di gente che faceva festa. Io ho pensato che non mi sarei sentita a mio agio e così ho scelto di fermarmi. Tornerei a proporre i miei dj-set domani, ma non mi sento di farlo nel rispetto di chi sta soffrendo a causa di questo virus". Una decisione personale, pur nella condivisione del dramma di molti operatori.

"Mi dispiace vedere il settore dell’intrattenimento in ginocchio e sono vicina a tutti gli addetti ai lavori - spiega - ma personalmente sento il bisogno di essere responsabile e non esibirmi". Un momento terribile che Claudia Giannettino ha vissuto tuttavia come un'opportunità, al punto da fare qualcosa che già aveva in programma da tempo. "Il mio primo progetto da producer, No Reason, nasce dalla voglia di lasciare la mia impronta musicale - racconta - per far sentire al mondo ciò che ho dentro attraverso casse synth e voci. La musica è un’attività emozionale, la buona riuscita di un EP, o di una singola traccia, è il risultato di una complessa serie di soluzioni tecniche e razionali, adattate e applicate alla creatività e ai mezzi del singolo producer".

Contemporaneamente è arrivato un traguardo molto prestigioso, soprattutto per chi opera in una città come Palermo, lontana dal grande mondo della musica dance ed elettronica. Claudia Giannettino infatti è entrata in lizza in un grande contest di livello mondiale. "Per un dj o producer siciliano - dice senza nascondersi - è abbastanza difficile emergere nel territorio nazionale. Qualche anno fa, con grande piacere, ho partecipato ai Dance Music Awards, un concorso che stila le classifiche degli artisti italiani nelle varie categorie del mondo della notte, classificandomi terza come miglior dj donna. Circa un mese fa ho appreso di essere in lizza al concorso internazionale Top100Djanes come rappresentante italiana. Djanemag è un marchio dedicato esclusivamente alle DJ donne a livello mondiale. Chiaramente sono onorata e orgogliosa di rappresentare l’Italia e la mia Sicilia in questo rinomato concorso". 

Come votare 

È possibile votare per Claudia Giannettino e aiutarla a entrare nell’Olimpo mondiale della console tramite il sito Djanes. Occorre compilare il modulo con i nomi delle dj (5 righe possono essere riempite con lo stesso nome o con cinque nomi diversi). La votazione è disponibile solo per gli utenti registrati e ciascuno di loro può votare solo una volta. Il concorso si chiude domenica prossima, 1 novembre 2020. Claudia Giannettino si attende il massimo sostegno dal pubblico siciliano

Chi è Claudia Giannettino 

Claudia Giannettino nasce il 3 maggio 1983 a Palermo. La sua carriera parte a razzo, quando già a 18 anni ha l'opportunità di fare il suo primo dj-set in un locale con oltre mille persone, entrando subito nel cuore del pubblico siciliano. L'emozione che prova in quella occasione è indescrivibile, così da farle capire che il suo futuro sarebbe stato quello.

La regola di Claudia è quella di fare divertire la gente e fondersi con il  dance floor, mettendo nei suoi set dosi di energia allo stato puro. Negli anni collabora con realtà ben note alla movida del Sud Italia, su tutte Unlocked e The Popshock. Si esibisce per anni in eventi molto sentiti dal pubblico come il Palermo Pride, Beatfull, Primo Ma(g)gione, Popshockland e Open University, condividendo il palco con artisti del calibro di Ghali, Gue Pequeno, Marracash, Tommy Vee, Joe T Vannelli, Ricky Montanari, Martin Solveig, Giusy Consoli, Claudio Coccoluto, Luca Agnelli, Satoshi Tomiie, Massimino  Lippoli, Mario Fargetta, Paolo Bolognesi, Massimiliano Troiani, Gemitaiz. 

Nel 2012 viene selezionata da Emi come finalista di She Can Dj, nel 2013 viene scelta da Pioneer per The Italian Dj Contest. Nel 2018 si classifica terza ai Dance Music Awards nella categoria miglior woman dj. Collabora, negli anni, con Radio Kiss Kiss e Radio Time. Tra i locali in cui si è esibita ricordiamo: Onyx club (Cracovia), Clique (Malta), Paradise (Malta), Hilton (Malta), No Mas (Catanzaro), Dual Beat (Napoli), Pacha (Riccione), Palladium (Roma), Limelight (Milano), Hakuna Matata (Orrì - Sardegna), Chiascia (Bari), Calambe (Capri),  Noctis (Agrigento), Area 14 (Castelvetrano), Tanguera (Gela) ,Wake Up (Castellammare), Danaide (Licata), Pinetina (Agrigento), Nadine (Licata), Boca Club (Agrigento), Suite Club (Modica), Luce di Luna (Agrigento), Privilege (Enna), Koala maxi (Santa Croce Camerina), Jamal (Pantelleria), Testaqueta (Agrigento), Fortaleza (Cosenza), Suite (Vibo Valentia), Capo Club (Capo Vaticano), Maljk (Cefalù), Exotica (Porto Palo), Madhia (Gela), Oceanomare (San Leone), Malibù (Gela), Al Castello (Mussomeli), Altamarea (Pantelleria), Malibù (Selinunte), Sunset (San Vito), Acqua Verde (Cefalù), Oxidiana (Pantelleria), Room 64 (Enna), Inside (Marsala), Bamboo (Selinunte). E a Palermo, fra gli altri, il Mob Disco theatre, il Castello a Mare, i Cantieri culturali della Zisa, il Sea Club, il Goa, il Country Club, il Reloj.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento