Politica

L'urlo di Renzi da Palermo: "Sono anni che mi danno per morto ma sono sempre qui"

Il leader di Italia Viva durante la presentazione del suo libro: "Contro il bipopulismo, estremisti del Pd e 5 Stelle da una parte e no green pass dall’altra"

"Sono anni che mi danno per morto ma sono sempre qui". Matteo Renzi, leader di Italia Viva, si esprime così a Palermo, durante la presentazione del libro Controcorrente. "Contro il bipopulismo, estremisti del Pd e 5S da una parte e no green pass dall’altra, noi abbiamo uno spazio ampio che va oltre Italia Viva", dice. "I due estremisti populisti hanno fallito: ha fallito Salvini e ha fallito il M5S. Oggi contro il bipopulismo, noi abbiamo uno spazio centrale che è un'autostrada", ribadisce.

Capitolo Quirinale: "Draghi sarebbe un ottimo Presidente della Repubblica? Certo che sì, ma Draghi è anche un ottimo presidente del Consiglio. Chi va a discutere del Patto di stabilità nel 2022? Ci vuole uno che se va lì sappia di cosa si parla: Draghi è una garanzia sia al Colle che a Chigi. Non serve tirarlo per la giacchetta vediamo i prossimi mesi".

"Vorrei che il Presidente della Repubblica fosse eletto con la più larga maggioranza possibile. Io vorrei che lo votasse anche la Meloni, l'importante è che non lo scelga lei", aggiunge. "La partita del Presidente della Repubblica e una partita sulla quale starei prudente simo all'ultimo - dice ancora - E dopo l'elezione del Presidente, vedremo come si organizzeranno gli schieramenti politici".

Faraone, Italia Viva punta ad essere il primo partito a Palermo

"Puntiamo ad essere il primo partito a Palermo”, così, stamattina, Davide Faraone a margine della presentazione del libro di Matteo Renzi a Palermo. Ultima tappa di un tour di due giorni che il presidente dei senatori di Italia Viva sui social racconta così: “Stanchi e felici e chi ci sottovaluta avrà davvero una brutta sorpresa. Perché noi la politica la facciamo in parlamento e non sui social e la passione noi la misuriamo tra la gente e non con i like. E credetemi, non ci sarà nessun sondaggio che potrà misurare quello che ho provato in queste 48 ore. Due giorni in Sicilia davvero incredibili con Matteo, grazie alle donne e agli uomini di Italia Viva di Siracusa, di Brolo, di Giarre e di Palermo”.

“Ci aspettano - conclude Faraone - tappe importanti, le elezioni amministrative, le elezioni regionali e poi le politiche e noi siamo qui, pronti a difendere il buongoverno dal populismo, ad indicare la nostra visione e la via per raggiungerla. Avanti!”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'urlo di Renzi da Palermo: "Sono anni che mi danno per morto ma sono sempre qui"

PalermoToday è in caricamento