Sabato, 24 Luglio 2021
Politica

Abrogazione della doppia preferenza di genere, Monastra (Leu): "Attacco ai diritti delle donne"

La candidata alla Camera dei Deputati con Liberi e Uguali critica la proposta del capogruppo di Forza Italia all'Ars, Giuseppe Milazzo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"La proposta di abrogare la doppia preferenza di genere all'Ars ha il sapore di un attacco retrivo e maschilista ai diritti delle donne. La politica non può funzionare senza una adeguata rappresentazione delle donne nelle istituzioni. La doppia preferenza di genere, introdotta nel 2013, ha fatto registrare nelle elezioni comunali in Sicilia una presenza femminile del 33,6%, un dato fortemente positivo. Il capogruppo di Forza Italia all'Ars, Giuseppe Milazzo, dimostra quale considerazione abbia del ruolo femminile nella società, scoprendo 'i muscoli'. Bisogna scongiurare il pericolo di una inversione di rotta della Sicilia rispetto alle altre regioni italiane. In molti casi, infatti, i consigli regionali si sono dotati di strumenti legislativi di vario tipo, mirati a garantire una rappresentanza delle donne nelle liste e nell’accesso alle cariche elettive. Le donne nei luoghi decisionali sono essenziali in quanto rappresentano il 50% della popolazione: dunque è una battaglia di diritti e di democrazia. Tornare indietro sulla doppia preferenza di genere significherebbe vanificare gli sforzi di generazioni di donne che si sono battute per un'equilibrata distribuzione della presenza femminile in politica ed in ogni settore strategico della società."
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abrogazione della doppia preferenza di genere, Monastra (Leu): "Attacco ai diritti delle donne"

PalermoToday è in caricamento