Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

"Il 118 siciliano senza vertici"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Il 118 Siciliano senza vertici". Scaduto il mandato del cda presieduto da Davide Croce, il servizio 118 in Sicilia rimane senza vertici. Nel bel mezzo di un'emergenza sanitaria di difficili paragoni su base mondiale da ieri la gestione del 118 passa al Collegio sindacale ma solo con poteri di ordinaria amministrazione fino alla nomina di un nuovo vertice. Si annoverano circa un centinaio di nomine che dovranno essere stabilite da adesso fino ai primi mesi del 2022. Nomine ancora non certe e che inevitabilmente giocheranno un ruolo negli accordi in vista delle Regionali attese per prossimo anno.

La Uil Sicilia e la Uil fpl, già da tempo lamentava una gestione che lasciava molto a desiderare e non può che continuare ad assecondare tali preoccupazioni per di più in un periodo nel quale lo stesso servizio 118 deve poter contare su una gestione salda e un'amministrazione corretta. Anche il coordinatore regionale Uil Fpl 118, Alessandro Fecarotta,ha espresso medesimi timori "è incomprensibile e fuori da ogni logica non stabilire prima della fine del mandato una governance già pronta ad insediarsi immediatamente, si tenga presente che il servizio emergenza-urgenza 118 in Sicilia annovera 3.200 dipendenti che per necessità, soprattutto dettate dalla situazione attuale, devono poter contare su una peculiare conduzione, per tanto si chiede un immediato confronto con l'assessore alla salute della Regione Sicilia Razza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il 118 siciliano senza vertici"

PalermoToday è in caricamento