Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Flop della delibera sul decentramento, indipendentisti di Antudo al fianco delle circoscrizioni in protesta

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il prossimo primo marzo i presidenti delle otto circoscrizioni di Palermo protesteranno in piazza Pretoria, consegnando simbolicamente le chiavi delle Circoscrizioni al sindaco e al presidente del Consiglio comunale. Una protesta annunciata a seguito della mancata approvazione del Regolamento sul Decentramento. Il Consiglio comunale, infatti, nella seduta di ieri, non è riuscito ad approvare l’atto deliberativo che avrebbe consentito il tanto richiesto trasferimento di capitoli di spesa e competenze verso gli enti di prossimità. Il nulla di fatto al decentramento ha acceso in città un forte dibattito. I presidenti e i consiglieri di Circoscrizione sono sul piede di guerra; e al loro fianco si schierano anche gli indipendentisti di Antudo.

"Il lavoro svolto dalle Circoscrizioni cittadine è fondamentale per la nostra città. Decentrare competenze, servizi, capitoli di spesa significa rafforzare la municipalità, dare la possibilità agli enti più prossimi ai cittadini di risolvere problemi e intervenire all'interno dei quartieri. Sosteniamo la protesta dei presidenti e dei consigli di circoscrizione, ritenendo la mancata approvazione di ieri un atto grave che allontana i centri di decisionalità dagli abitanti - dichiara Giovanni Siragusa, portavoce di Antudo - a Palermo Ieri in consiglio comunale pare essere mancato il numero legale necessario per il via libera al documento; e adesso maggioranza e minoranza sono impegnate a imputarsi a vicenda la colpa della mancata approvazione. Il consiglio comunale è riuscito, anche di fronte a un provvedimento fondamentale come quello legalo al decentramento, a mettere in piedi il solito teatrino della politica. E mentre maggioranza, minoranza, sindaco Orlando e giunta giocano allo scarica barile, Palermo viene privata di una efficace politica di decentramento. Ma avviene sempre così: quando si tratta di trasferire poteri dall'alto verso il basso viene messo in scena il consueto balletto delle responsabilità che impedisce il compimento di questi passaggi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Flop della delibera sul decentramento, indipendentisti di Antudo al fianco delle circoscrizioni in protesta

PalermoToday è in caricamento