Domenica, 16 Maggio 2021
Regionali Sicilia 2012

Piazza Magione strapiena per Grillo “Qui ho visto cose che voi umani…”

Anche a Palermo il comico genovese fa il pienone di gente. "Mi sono allenato sei mesi per attraversare lo Stretto a nuoto e ci ho messo 20 minuti meno del traghetto: dimostra che quando si desidera qualcosa si può ottenere"

Beppe Grillo questa sera sul palco

Il tour elettorale del Movimento Cinque Stelle ha fatto tappa anche a Palermo. Grandi numeri ma non solo. Al di là di quante migliaia di persone ci fossero questa sera al comizio di Beppe Grillo in piazza Magione, era difficile non percepire l’entusiasmo attorno al comico genovese e al Movimento in generale. Un clima che difficilmente trova riscontri paragonabili in questa campagna elettorale. Salito sul palco, circondato dallo staff e dai candidati nella lista provinciale e insieme al portavoce Giancarlo Cancelleri, Grillo ha iniziato subito a parlare di cambiamenti. "Sono venuto qui sei mesi fa, c'erano tante persone che non si avvicinavano e mi guardavano con diffidenza. Ora forse siete cambiati voi, siete tanti e mi mostrate affetto. Oggi mi trovo in questa piazza importante dove hanno giocato Falcone e Borsellino e dobbiamo ripartire da qui per cambiare le cose".

Tornando sulla sua visita per le scorsa amministrative, il "bersaglio" di Grillo diventa Leoluca Orlando: "Quando sono venuto l'ultima volta non è cambiato nulla, infatti avete eletto lo stesso sindaco di vent'anni fa”. E prosegue inarrestabile: “Io mi sono allenato sei mesi per attraversare lo Stretto a nuoto e ho impiegato venti minuti meno del traghetto. Ciò dimostra che quando si desidera qualcosa si può ottenere. Il cambiamento è possibile ma deve partire da voi. Bisogna azzerare la classe politica perchè è un sistema marcio".

Sulla Sicilia è un fiume in piena: “Avete dei posti eccezionali. Qua c’è tutto, siete pieni di storia: come scavi una buca ti salta fuori un normanno. In Sicilia ho visto cose che voi umani…”. E giù applausi scroscianti. Poi prosegue: “Sono stato sull’Etna, uno dei paesaggi più incredibili che abbia mai visto e ci ho trovato dei giapponesi, costretti a salire a piedi perché mancavano i pullman. Per non parlare dei treni: per fare 26 chilometri da Scordia a Vizzini ci ho messo un giorno. Avete ancora le littorine, è incredibile”. Il ponte sullo Stretto? “Certo, sei miliardi di euro per completare il corridioio 5 e andare da Palermo a Kiev. Ma mi spiegate cosa ci va a fare un siciliano a Kiev? Io voglio andare a Siracusa, e invece da quelle parti non ci sono nemmeno le autostrade”. Nel mirino di Grillo finisce anche Rosario Crocetta, candidato alla Presidenza di Pd, Udc, Api e Psi: "Eletto sindaco a Gela, Crocetta si è candidato al Parlamento europeo. Una volta eletto a Strasburgo si è candidato come presidente della Regione Sicilia. Ma che serietà è questa? E' un presa 'in giro' dei suoi elettori". Grillo ne ha anche per il ministro Fornero: "Alla 'Frignero' voglio dire che siamo tutti 'choosy'. Non è vero che siamo disponibili a fare qualunque lavoro. Perchè laurearsi e andare a lavorare in un call center a 400 euro al mese? O morire in mille in un posto di lavoro?".


Dopo oltre un’ora Grillo è quasi senza voce. Visibilmente stanco dopo diciassette giorni di tour elettorale senza soste per le piazze dell’Isola. Secondo una stima approssimativa fatta da Giancarlo Cancelleri, complessivamente sono circa trecento mila le persone coinvolte durante i comizi.  Poi domani ci sarà l'ultima tappa a Caltanissetta, città del candidato governatore Cancelleri. Poi dalle piazze si passerà alle urne: e saranno quelli gli unici numeri che conteranno veramente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Magione strapiena per Grillo “Qui ho visto cose che voi umani…”

PalermoToday è in caricamento