rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Elezioni comunali 2012

Domani Costa presenta la candidatura Miccichè non esclude un accordo

Di mattina è prevista la presentazione alla stampa del suo programma elettorale. Il leader di Grande Sud: "Disponibile a valutare un progetto". Nel Pdl salgono (suo malgrado) le quotazioni di Cascio

Domani mattina il silenzio verrà rotto. Alle 10.30 presso il teatro Politeama, Massimo Costa presenterà ufficialmente alla stampa la sua candidatura a sindaco di Palermo. Illustrerà il suo programma e, presumibilmente, parlerà anche di alleanze che, fino a questo momento, non si sono ancora delineate. Costa sarà il candidato del Terzo Polo. Raffaele Lombardo, presidente della Regione e leader dell’Mpa, oltre che buona ha definito la candidatura di Costa anche “vincente”.

Grande Sud. Un’apertura, seppur parziale, è arrivata dal leader del movimento arancione, Gianfranco Miccichè, in merito alla candidatura di Massimo Costa: “Fino a questo momento il candidato di Grande Sud sono ancora io”, ha detto Miccichè nel corso della trasmissione “Telecamere”, in onda questa mattina su Raitre ma registrata giovedì scorso. “Noi abbiamo ancora il piacere di fare politica - ha proseguito - e di farla nel modo più lineare possibile perché sia compresa anche dai cittadini”. Per questo “siamo disponibili ad accettare un progetto” del Terzo Polo, purché sia “un progetto preciso su cui potere riflettere e a cui potere guardare con interesse”.

Pdl. Sabato si è svolto il primo congresso provinciale del partito, che ha portato all’elezione di Francesco Scoma e Giampiero Cannella rispettivamente come coordinatore provinciale e cittadino. “La presenza di migliaia di iscritti e la grande partecipazione – hanno Scoma e Cannella attraverso una nota - dimostrano, qualora ce ne fosse bisogno, che chi pensa di creare un’alternativa al centrosinistra, marginalizzando il Pdl, è fuori dalla realtà”. Un messaggio avente come destinatario il Terzo Polo. Resta da stabilire quale sarà la strategia del partito di Berlusconi, che sembra aver accantonato l’idea delle primarie, inizialmente fissate per il 18 marzo. Il segretario Angelino Alfano ha parlato di allargare le alleanze ma l’unico riferimento sembra essere Miccichè, mentre non sembra percorribile l’ipotesi di un accordo con il Terzo Polo per sostenere la candidatura di Massimo Costa. Da non dimenticare che il Pdl ha sempre la carta Cascio da giocare. Il presidente dell’Ars, stando ad alcune voci, non avrebbe preso per niente bene la notizia della candidatura di Costa, a lui molto vicino e non sembrerebbe neanche entusiasta di candidarsi. Comunque il presidente dell'Ars, nel corso del congresso di sabato, si è presentato accanto ad Alfano il quale, senza troppi giri di parole, ha detto  di sapere “quanto Cascio ami la città di Palermo e se occorrerà questo amore verrà fuori”.

 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domani Costa presenta la candidatura Miccichè non esclude un accordo

PalermoToday è in caricamento