Elezioni Palermo, indagine Ixè: il 65% degli intervistati boccia l'amministrazione Orlando

Il dato emerge dal questionario al quale hanno risposto 2.119 lettori di PalermoToday. Il sindaco continua però a godere del 38% di fiducia, tallonato da Ferrandelli (30%) e Forello (29%). Lo sviluppo economico è la priorità per il futuro della città

I sette candidati a sindaco, in alto: Ferrandelli, Orlando, Forello. In basso: Spallitta, Lomonte, Messina e La Vardera

Palermo città problematica, con una qualità della vita insoddisfacente e un reddito medio che ai più consente appena di far quadrare i conti. E' quanto emerge dall’indagine qualitativa campionaria condotta dall’istituto Ixè in collaborazione con il gruppo editoriale Citynews nel periodo compreso tra il 5 e l’11 maggio scorso.

I dati, raccolti dai 2.119 lettori di PalermoToday (i questionari "doppioni" compilati dallo stesso indirizzo ip non sono stati presi in considerazione ndr) che hanno risposto alle domande di un’intervista online, consegnano uno spaccato della città a meno di un mese dalle elezioni amministrative. E forniscono un giudizio sull’operato dell’amministrazione comunale negli ultimi cinque anni: il 65% del campione intervistato ritiene insufficiente l’azione di governo della Giunta Orlando. Che, solo tra gli elettori del Professore (quelli cioè che lo hanno votato nel 2012), raggiunge la sufficienza. Il sindaco uscente, tuttavia, gode di un discreto grado di fiducia tra i cittadini (38%), con picchi di gradimento tra i più giovani e i più anziani. Mentre il 34% degli intervistati dichiara di non avere nessuna fiducia nel sindaco in carica e il 28% poca fiducia.

APRI IL PDF CON I DATI COMPLETI

Gli altri candidati a sindaco – che vantano una diffusa notorietà tra l’elettorato – complessivamente riscuotono minore fiducia rispetto a Orlando. Nel dettaglio, il grado di fiducia attribuito a Ferrandelli si attesta al 30%, Forello 29%, Lomonte 27%, Spallitta 22%, La Vardera 11%, Messina 5%. E' bene comunque precisare che nel questionario non vi era nessuna domanda sulle intenzioni di voto alle prossime elezioni comunali.

L’indagine condotta da Ixè si è invece soffermata sulle questioni più rilevanti per il futuro della città. In cima alle priorità degli intervistati c’è lo sviluppo economico (68%), seguono decoro urbano (63%), viabilità (61%), sicurezza e ordine pubblico (58%), tutela dell’ambiente e servizi sociali a pari merito (57%). Minore importanza viene data alla gestione dell’immigrazione, in fondo alla scala delle priorità (41%).

Queste rilevazioni fanno il paio con la qualità della vita (insufficiente per il 60% degli intervistati) e le condizioni economiche percepite: per il 43% degli intervistati il reddito familiare permette di pagare appena le spese, per il 12% non basta nemmeno per l’indispensabile; mentre per il 39% permette di vivere in tranquillità, senza affanni, e solo per il 6% dà la possibilità di concedersi dei lussi.

Su tutti i temi strategici per la città (sviluppo economico, tutela del decoro urbano, miglioramento della viabilità ecc…), Orlando rappresenta la proposta più convincente, ma non raccoglie per nessun aspetto consensi maggioritari in senso assoluto e su diversi temi (in particolare sviluppo economico, servizi sociali e scuole) risulta tallonato da Ferrandelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli spostamenti della turista bergamasca: "Ha girato per Palermo, indagini su dove è stata"

  • Coronavirus, primo caso a Palermo: turista di Bergamo è positiva

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Coronavirus a Palermo, i contagiati tra i turisti bergamaschi salgono a tre

  • Coronavirus, Musumeci: "Sospensione lezioni nelle scuole di Palermo e provincia"

  • Terrasini, rissa mortale dopo la discoteca: "In un video la coltellata fatale"

Torna su
PalermoToday è in caricamento