rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica

Comune, il 28 gennaio si vota per rinnovare la Consulta delle culture

Composta da 21 membri,è l’organo rappresentativo di tutti coloro i quali hanno una nazionalità diversa da quella italiana o che hanno acquisito la cittadinanza italiana pur mantenendo la cittadinanza di un altro Paese

La Giunta comunale ha stabilito che le elezioni per il rinnovo della Consulta delle Culture si svolgeranno il 28 gennaio prossimo e la relativa delibera formale sarà adottata domani. "La concomitanza con le elezioni amministrative - afferma il sindaco Leoluca Orlando  - ha costretto a un ritardo nella convocazione di questo importante momento della vita di Palermo. Siamo certi che anche questa volta, le tante comunità di Palermitani stranieri presenti nella nostra città, oltre 120 nazionalità e 100 lingue parlate, parteciperanno numerose ad eleggere i propri rappresentanti, portavoce di istanze ma soprattutto cittadini che rappresentano un esempio di integrazione, dialogo, arricchimento e incontro fra tante culture che è oggi un modello amministrativo e culturale per tutta l'Europa".

L'assessore ai Servizi Demografici, Gaspare Nicotri  sottolinea che "abbiamo scelto appositamente questa data poiché abbiamo voluto evitare  che avvenissero durante le vacanze estive o quelle natalizie. Continua, inoltre, l'attività dell'assessorato, volta al rilascio di nuove cittadinanze a persone nate all'estero, al ritmo di circa 15 ogni settimana". 

La Consulta è composta da 21 membri  ed è "l’organo rappresentativo di tutti coloro i quali hanno una nazionalità diversa da quella italiana o che hanno acquisito la cittadinanza italiana pur mantenendo la cittadinanza di un altro paese, che tramite la Consulta partecipano e concorrono alla vita dell’amministrazione comunale con funzione consultiva e propositiva nell’interesse dell’intera popolazione".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, il 28 gennaio si vota per rinnovare la Consulta delle culture

PalermoToday è in caricamento