Gallina: "Intervento nel litorale carinese e pulizia torrenti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Noi rappresentanti delle istituzioni «Lavoreremo per dare risposte concrete». Non ci sono scuse a nostro favore per i disagi provocati ai cittadini. «Chi protesta, chi è arrabbiato, ha ragione. Noi chiediamo scusa, scusa per quello che non è stato fatto, perché le esigenze delle persone non sono state messe al primo posto delle agende politiche dei governi e delle amministrazioni locali» Queste le parole del Consigliere Gallina . “Una località come Carini che vuole ripartire proprio dall’offerta turistico-ricettiva non può arrivare a luglio senza aver previsto la pulizia delle spiagge - afferma il consigliere – . Oggi i chilometri di fascia costiera ridotti in condizioni disastrose accogliendo rifiuti di ogni genere”. in questa fase di emergenza bisognava pianificare gli interventi al fine di consentire, alla fine del lockdown, di poter fruire della spiaggia, anche come segno di gratitudine verso la cittadinanza che ha sofferto non poco questa emergenza , considerato che la stagione, già compromessa dall’emergenza Covid 19, deve comunque poter iniziare e non essere definitivamente affossata dall’inefficienza della politica e della burocrazia”.

Le periferie sono parti fondamentali di Carini, investire su di loro significa migliorare tutta la nostra città, rendendola più vivibile e bella." Il consigliere “credo che il grande progetto del nostro Paese sia quello delle Periferie, la città del futuro, la città che sarà, quella che lasceremo in eredità ai nostri figli. Sono ricche di umanità, qui si trova l’energia e qui abitano i giovani carichi di speranza e voglia di cambiare Ricordo questo inverno molti cittadini residenti nel litorale hanno subito diversi disagi . A causa delle intense precipitazioni che si sono abbattute sul nostro territorio, sono state diverse le problematiche verificatisi soprattutto nella zona del litorale carinese, dove i disagi hanno interessato diverse arterie stradali e abitazioni. Cittadini a cui e’ saltata la luce , chi si e’ trovato la propria abitazione inondata d’acqua , e’ stato necessario un intervento dei vigili del fuoco.

La problematica del torrente Milioti va affrontata in questo periodo per evitare di arrivare impreparati nei prossimi mesi e trovare giustificazioni futili. Tutto questo avallato dalle relazioni dall’Unità operativa territoriale di prevenzione di Carini del responsabile TPALL Dottore Amato ha verificato e monitorato il degrado della fascia costiera piena di rifiuti , di materiale di risulta di calce di costruzioni , ingombranti , abbandono sul suolo di sfabbricidi richiedendo interventi per risolvere la problematica e consentire ai cittadini di fruire della spiaggia. Lo stesso responsabile chiamato in causa dal comitato spontaneo del litorale ad intervenire sul torrente Milioti che puntualmente crea dei grossi disagi ai cittadini per questo afferma il Responsabile del distretto necessita di una costante manutenzione e pulizia visto che l’alveo del torrente è infestato da vegetazione e detriti che ne ostruiscono il deflusso delle acque e ne compromette la stabilità. Insomma prevenire e meglio che curare l’obiettivo oggi e’ la messa in sicurezza per il bene dei cittadini.

Torna su
PalermoToday è in caricamento