"La mafia non è più quella di una volta", proiezione speciale al Cinema De Seta

Venerdì 24 gennaio 2020 alle ore 21 (Cinema De Seta - Cantieri culturali alla Zisa - Palermo)  l'associazione culturale Lumpen presenterà una seconda proiezione de "La mafia non è più quella di una volta", il film del regista Franco Maresco vincitore del premio speciale della giuria al festival di Venezia edizione numero 76.

Dice il presidente dell'associazione Lumpen, Francesco Guttuso: "Si è resa necessaria una seconda proiezione per dare la possibilità al numerosissimo pubblico rimasto fuori dal cinema De Seta, lo scorso 27 dicembre, di visionare il film e assistere all'incontro con Letizia Battaglia e Franco Maresco". Rispetto alla precedente proiezione, gli organizzatori proporranno frammenti inediti del film e al termine gli spettatori potranno porre le loro domande alla grande fotografa e al regista palermitano.

"Siamo contenti di riproporre La mafia non è più quella di una volta alla città perché si tratta di un film importante ", dice ancora Guttuso, "una riflessione su Palermo che può anche non essere condivisa da una parte del pubblico, però necessaria in quanto opera di un autore da sempre al di fuori del "sistema", libero da qualunque tipo di condizionamento politico o di altro genere". Saranno presentati spezzoni inediti della pellicola. Letizia Battaglia e Franco Maresco risponderanno, al termine della proiezione, alle domande del pubblico.

Nel 2017, a 25 anni dalle stragi di Capaci e via D’Amelio, Franco Maresco decide di realizzare un nuovo film. Per farlo, trova impulso in un suo recente lavoro dedicato a Letizia Battaglia, fotografa ottantenne che con i suoi scatti ha raccontato le guerre di mafia, definita dal New York Times una delle “undici donne che hanno segnato il nostro tempo”. Il regista sente il bisogno di affiancare a Letizia una figura proveniente dall’altra parte della barricata: Ciccio Mira, ‘mitico’ organizzatore di feste di piazza, già protagonista nel 2014 di Belluscone.

Una storia siciliana. Nei pochi anni che separano i due film, Mira sembra cambiato. Forse cerca un riscatto, come uomo e come manager, al punto da organizzare un singolare evento allo Zen di Palermo: i neomelodici per Falcone e Borsellino. Eppure le sue parole tradiscono ancora una certa nostalgia per “la mafia di una volta”. Intanto, assistendo alle celebrazioni dei martiri dell’antimafia, il disincanto di Maresco si confronta con la passione di Battaglia.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • questo film mi ricorda qualcosa di interessante

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

I più visti

  • Un'arca contemporanea per gli "animali" di Banksy, la grande mostra a Palermo

    • dal 7 ottobre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Loggiato di San Bartolomeo e Palazzo Trinacria
  • Terracqueo, una grande mostra sul Mediterraneo va in scena a Palazzo Reale

    • dal 16 settembre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Palazzo Reale
  • I 100 volti di David Bowie nelle foto di Masayoshi Sukita: la mostra a Palazzo Sant'Elia

    • dal 10 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Palazzo Sant'Elia
  • Geraci Siculo, il calice del monastero di Santa Caterina in mostra al museo parrocchiale

    • Gratis
    • dal 22 agosto al 31 dicembre 2020
    • Museo parrocchiale
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento