"Apocalypse Now" al Rouge et Noir, il film di Francis Ford Coppola torna al cinema

Buona, anzi perfetta, la terza. A distanza di quarant’anni dall’uscita di "Apocalisse Now", suo capolavoro assoluto, Francis Ford Coppola ha finalmente trovato pace. Dopo la prima versione del 1979, notevolmente amputata perché troppo lunga per le leggi del mercato di allora, e dopo il secondo montaggio, distribuito col titolo "Apocalypse Now Redux", lungo ben 202 minuti con tutte le scene in precedenza tagliate, ecco spuntare, lunedì 14 ottobre al Supercineclub del Rouge et Noir, Apocalypse Now Final Cut, frutto delle riflessioni accurate, delle scelte mirate, scena per scena, dell’opera legata alla vita stessa del grande regista statunitense.  

“Questo è, e definitivamente, il mio film”, ha detto. E la sua dichiarazione non può non avere il valore di dogma nella storia del cinema. E dire che anche nella prima versione "Apocalisse Now" si era imposto come uno dei pilastri dell’intera filmografia mondiale, una pellicola indimenticabile, complessa, affascinante, conturbante, con una magistrale regia, interpretazioni leggendarie, fotografia (Oscar a Vittorio Storaro), sceneggiatura, sonoro (altro Oscar), musiche, tutti memorabili. 

Quarant’anni dopo il trionfo a Cannes con la Palma d’Oro, "Apocalypse Now", rivista dunque con amore da Coppola, torna sugli schermi grazie al prezioso lavoro di restauro della Cineteca di Bologna. Possiamo in realtà dire che si tratta di un film inedito, per la nuova tessitura narrativa, ma anche per la sfolgorante riesumazione del colore e le straordinarie opportunità sonore fornite dai mezzi digitali. Scene già scioccanti per bellezza e intensità, come il celebre assalto degli elicotteri sulle note della Cavalcata delle Valchirie, raggiungono in questa versione restaurata picchi di spettacolo insuperabili. 

Opera complessa, dicevamo: ispirata al Cuore di Tenebra di Joseph Conrad (che era però ambientato in Africa ed era una dura condanna degli imperialismi), "Apocalypse" ha invece come scenario il Vietnam e gli orrori della guerra, coniugati in tutte le possibili mostruosità, dalla violenza dei combattimenti alle atrocità gratuite, all’abisso, soprattutto, dell’animo umano. La missione non ufficiale di un capitano dei servizi segreti militari americani (Martin Sheen) che ha come obiettivo l’eliminazione del colonnello Kurtz (mitica l’interpretazione di Marlon Brando), fuoriuscito dall’esercito e guru di una comunità di reietti, è una vera e propria discesa negli inferi, non solo attraverso l’apocalisse bellica ma anche nel labile confine tra Bene e Male, giudizio e condanna. Coppola non cade nella trappola del moralismo, compone un’opera che trascende i generi e fa vibrare le corde della tragedia dell’uomo mettendo in discussione la stessa ragione dell’esistere. 

Apocalypse Now Final Cut, sarà proiettato nell’ambito del Supercineclub del Rouge et Noir al consueto prezzo: 4 euro (3 euro per gli under 30). Due le proiezioni, entrambe in lingua originale (per Final Cut non esiste versione doppiata): alle 17:00 e alle 21:00. Alle 20:30 la presentazione di Gian Mauro Costa e Marcello Benfante con la proiezione di un breve video di Francis Ford Coppola che spiega le ragioni di questa edizione finale del film. Prevendita presso il botteghino del cinema ogni giorno dalla 16:00.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

  • 'A storia d'a Sicilia Film Festival, il cinema dell'Isola tra Palazzo Riso e Villa Castelnuovo

    • dal 14 settembre al 2 ottobre 2020
    • Villa Castelnuovo | Palazzo Belmonte Riso
  • Una notte al Louvre, Leonardo Da Vinci: il film al cinema Rouge et Noir

    • dal 21 al 22 settembre 2020
    • Cinema Rouge et Noir
  • Cineambiente, ultimo appuntamento: al Malox "Un mondo fragile", il film di Acevedo

    • 24 settembre 2020
    • Malox

I più visti

  • Mercato del contadino a Ficuzza: ogni domenica l'appuntamento enogastronomico

    • Gratis
    • dal 26 luglio al 25 ottobre 2020
    • Real Casina di Caccia di Ficuzza
  • Ville nobiliari, musei gioiello, chiese nascoste e case d’artista: Le Vie dei Tesori debutta a Bagheria

    • dal 12 al 27 settembre 2020
    • luoghi sul sito
  • TerrAmare, ogni martedì due itinerari culturali con degustazioni alla scoperta di Terrasini

    • dal 18 agosto al 22 settembre 2020
    • Vari luoghi, vedi nell'articolo
  • Museo Diocesano, la riapertura con la mostra "Architetture barocche in argento e corallo"

    • dal 10 luglio al 10 ottobre 2020
    • Museo Diocesano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    PalermoToday è in caricamento