"Berrò la vita fino ai sedimenti”, Miriam Palma in anteprima nazionale al Teatro alla Guilla

Venerdì 8 e sabato 9 alle 21 al Teatro alla Guilla si terrà la prima nazionale di "Berrò la vita fino ai sedimenti”, tratto dall’Odissea di Omero e dall’Ulysses di Joyce, da ideazione composizione e regia di Miriam Palma.

"Nel percorso creativo che mi ha portato a presentare questa prima versione del lavoro ho dovuto far fuori tutti. Erano previste altre due presenze in scena, ma più andavo avanti e più si evinceva un percorso solitario, per poi alla fine fare fuori anche me stessa! In questo cammino mi è piaciuto inoltrarmi nel gioco, nell'immediatezza e nel vortice della parola dello stile joyciano. Ho cercato di restituire la natura prettamente musicale dell’opera: Molly e Penelope sono due donne cosi lontane da essere nello stesso tempo molto simili, mi sono divertita a fare una tessitura come una partitura musicale tra i due testi. Molly è una cantante, anche Miriam lo è, Penelope sta imparando a cantare". Con Miriam Palma , collaborazione alla regia Rinaldo Clementi.

Ingresso: 10€ . Contatti e prenotazioni: 327 9873140

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Sfincione Festival con asporto e delivery: torna l'appuntamento di Sanlorenzo Mercato

    • Gratis
    • dal 16 al 18 aprile 2021
    • Sanlorenzo Mercato
  • Tragici giochi mortali su Tik Tok, in streaming il talk con Giovanna Corrao e Jenny Taormina

    • solo oggi
    • Gratis
    • 14 aprile 2021
    • evento online
  • Il palermitano che voleva fermare la Grande guerra, la presentazione del libro in streaming

    • solo oggi
    • Gratis
    • 14 aprile 2021
    • evento online
  • "Le fortificazioni della città di Palermo dall’antichità ai giorni nostri": la presentazione è online

    • solo domani
    • Gratis
    • 15 aprile 2021
    • evento online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PalermoToday è in caricamento