"Meraviglioso", al Teatro Zappalà torna l’omaggio a Domenico Modugno

Al Teatro Franco Zappalà, di Via Autonomia Siciliana 123/a, torna l’11 febbraio alle 21,30 il musical “Meraviglioso” con il quale si intende rendere omaggio al “Sig. Volare” ovvero Domenico Modugno.

Si ricorda il grande artista come cantautore, chitarrista, attore, regista e uomo politico. Considerato uno dei maggiori cantautori italiani, ha scritto e inciso canzoni, interpretato film per il cinema e per la televisione, recitato in spettacoli teatrali, condotto programmi televisivi e vinto quattro Festival di Sanremo. Con oltre 60 milioni di copie di dischi è tra coloro che hanno venduto di più in assoluto. Le sue canzoni – in particolare Volare del 1958 – hanno accompagnato l’Italia del boom economico negli anni Cinquanta e Sessanta e, con la loro valenza liberatoria e il loro ampio respiro melodico, hanno dato dignità a un genere fino a quel momento svilito, contribuendo a portare la canzone leggera italiana allo status di componimento poetico.

Nella storia di questo Musical, il protagonista è un giovane musicista, Mimmo Rotunno, alle prese con la carriera e con gli affetti della famiglia e del figlio ancora piccolo. Il musical ha il suo incipit con i ricordi di vita di Mimmo, talentuoso cantante di provincia. La moglie lo incita a curare la carriera che sembra volta al successo. Infatti, Mimmo, approda al Festival di Sanremo, trampolino di lancio fondamentale per ogni cantante e vince. Dopo la vittoria, scopre che la moglie sta per donargli un figlio. Il parto però si rivela particolarmente difficile e la donna ne muore. Mimmo, torna con il piccolo mestamente al paese natio, dove una vecchia amica gli farà capire che nonostante sia diventato padre, dovrà continuare a seguire la sua carriera. Così, ricomincia a cantare. Dopo otto anni è di nuovo in tournée con la sua band a rappresentare la sua arte, seguito dal piccolo Mattia e Mercedes, donna eccentrica con la quale ha iniziato una relazione. Questa, attratta dalla vita del cantante tra night e concerti è decisa a sposare l’uomo ma, per non avere alcun ostacolo, propone al bambino di andare in collegio. A questo punto Mattia capisce definitivamente che Mercedes non è la donna adatta al padre e comincia fermamente a opporsi in ogni modo a questa loro storia.

Un giorno il bambino, incontra una giovane donna Mirella, a sua volta fidanzata con un noto musicista e direttore d’orchestra. Ne è subito attratto, la trova dolce e amorevole pensa possa essere la persona ideale per diventare la sua seconda mamma. La coinvolge quindi a partecipare all’attività artistica del padre facendole subito apprezzare la musica del padre completamente diversa da quella cui lei è abituata fin quando le strade del cantante e della donna si dividono. Durante l’estate Mimmo dovrà partire per alcuni concerti in montagna e Mirella dovrà andare a Ischia con il fidanzato per la stagione concertistica.

Mattia desiderando ardentemente ritrovare la donna, con l’aiuto dei componenti della band di Mimmo e di un fintomedico s’inventa una malattia respiratoria per la quale, affinché possa guarire sarà necessario respirare aria di mare. Arrivano a Ischia, dove la storia finalmente troverà la sua conclusione felice. Mimmo e Mirella si ritrovano e l’attrazione che provano l’uno per l’altra finalmente li vedrà protagonisti di una storia d’amore Meravigliosa. Durante tutto lo spettacolo numerosi personaggi di ogni tipo ruoteranno intorno al cantante e al figlio creando talvolta situazioni cariche di patos, altre di scoppiettanti trovate. Le note musiche dell’indimenticato cantante cui si vuole rendere omaggio con questo musical, faranno da colonna sonora a una storia che mette in risalto solo i buoni sentimenti e faranno vibrare le corde del cuore.

Nel cast il protagonista Mimmo Rotunno, è il direttore e maestro della Shakespeare Theatre Academy, Tony Colapinto che vede accanto a sé il giovanissimo figlio d’arte Mattia Zappalà che a soli 10 anni è già un esperto attore di teatro. Con loro ancora una volta il soprano Anita Venturi interpreterà il ruolo della dolce Mirella, Silvana Di Salvo sarà Mercedes, Roberto Spicuzza e Grazia Zappalà saranno i genitori di Mirella, Paolo La Bruna sarà il petulante Paolo. Per la prima volta in un musical al Teatro Franco Zappalà due degli allievi della Shakespeare Theatre Academy, Chiara Torricelli e Macello Rimi. In ruoli non meno secondari citiamo ancora Paolo Tutone, Antonella Mucè, Angelo La Franca, Francesco d’Amore e Gloria Riti la quale oltre che a curare le coreografie del corpo di ballo interverrà allo spettacolo anche con un piccolo cameo.

Scenografie Giovanni Vallone, allestimenti scenici di Abukoush Jalal Mousa Mohammad, costumi di Domenica Alaimo, Audio Carlo Gargano, Luci Massimo Cardella. La regia e del M° Franco Zappalà. La prima dello spettacolo andrà in scena Sabato 11 febbraio alle 17,30 e vedrà tre repliche: domenica 12 febbraio alle 18,00, giovedì 16 febbraio alle 21,30 e venerdì 17 febbraio alle 17,30 I biglietti avranno i seguenti costi: € 30,00 biglietto intero - € 25,00 ridotto CRAL - € 18,00 ridotti militari e ragazzi (fino a 12 anni). Contatti:  tel 091 543380 – 091 326784

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Il caso Siciliano", il cortometraggio sulla storia del femminicidio di Lisa in streaming

    • solo domani
    • Gratis
    • 10 aprile 2021
    • evento online

I più visti

  • Monte Catalfano, sabato e domenica l'ascesa fino al "punto trigonometrico" e il volo di Akira

    • dal 10 al 11 aprile 2021
    • Monte Catalfano
  • Bike tour alla scoperta di una Palermo segreta fatta di misteri, storie e leggende

    • Gratis
    • 11 aprile 2021
    • evento online
  • Campofiorito, "La terra degli dei": Sara Favarò presenta in streaming il suo ultimo libro

    • solo oggi
    • Gratis
    • 8 aprile 2021
    • evento online
  • Mostra al centro d'arte Raffaello, in esposizione la personale dell'artista Mario Schifano

    • Gratis
    • dal 10 aprile al 29 maggio 2021
    • Centro d'arte Raffaello
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PalermoToday è in caricamento