Licenziamenti Igea Banca, protesta dei sindacati sotto i locali della Banca d’Italia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Igea Banca, due lavoratori licenziati a Palermo. E scatta un'altra forte azione dei sindacati Fabi - First/Cisl - Fisac/Cgil - Unisin e delle Confederazioni UGL e CISAL che domani dalle ore 10,30 alle ore 12 mobiliteranno i propri quadri sindacali per un sit-in sotto i locali della Banca d’Italia di Palermo. Il Coordinatore della Fabi-Sicilia, Carmelo Raffa, ha affermato che i quadri sindacali dell’Organizzazione continueranno domani a indossare “gilet azzurri” e ha insistito affinché l’Azienda ripari il grave atto compiuto revocando i provvedimenti dei licenziamenti.

“Nella categoria del credito continuiamo a condividere - ha continuato il sindacalista, solo ed esclusivamente prepensionamenti volontari e non coattivi utilizzando il Fondo Esuberi ABI e in questo assistiamo, invece, a licenziamenti secchi mai operati nel settore del credito per ragioni organizzative”.

“Proseguiamo, - ha concluso Raffa, - la protesta nei confronti di Igea Banca e non ci fermeremo a Palermo perché abbiamo riscontrato il pieno sostegno alla nostra lotta da parte delle rappresentanze sindacati presenti alla Banca del Fucino, Azienda di Credito per la quale è prevista in tempi brevi la fusione con Igea Banca”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento