Confesercenti Palermo: “Ztl da riscrivere, per i commercianti sarà una mazzata”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"La nuova formulazione della Ztl, che prevede ingressi giornalieri da 5 euro per chi non è residente o non lavora in centro, è addirittura peggiore della precedente e rischia di dare il colpo di grazia alle tante attività commerciali che già soffrono per la mancanza di servizi e parcheggi. Questo impianto va assolutamente rivisto e ci appelliamo al consiglio comunale perché intervenga a tutela dell'economia sana di Palermo che non può reggere la concorrenza degli abusivi e dei grandi centri commerciali in queste condizioni. Inoltre è indispensabile un servizio di trasporto pubblico efficiente e funzionante, che sarebbe l'unica vera alternativa al mezzo privato". Lo afferma Mario Attinasi, presidente di Confesercenti Palermo.

Torna su
PalermoToday è in caricamento