rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Cronaca Montepellegrino

Sicurezza in ambito marittimo, a Palermo iniziato il corso del Cedifop

Inserito nel programma europeo Feamp dal Dipartimento della Pesca mediterranea dell’assessorato regionale siciliano dell’Agricoltura, dello sviluppo rurale e della Pesca Mediterranea

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Concluso il corso di perfezionamento per saldatore subacqueo, non si ferma l'opera del Cedifop (Centro di formazione professionale), al Porto di Palermo, molo Sammuzzo, dove è iniziato l’ottavo corso del progetto “Sicurezza in ambito marittimo”. Il corso, che si protrarrà fino al termine del mese di agosto, è inserito nel programma Feamp, il fondo europeo utilizzato anche dall'Assessorato Regionale siciliano dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea - Dipartimento della Pesca Mediterranea - tramite il quale nel 2020 il Cedifop ha richiesto di realizzare, nei successivi diciotto mesi, dieci corsi sul tema "Sicurezza in ambito marittimo".

All’interno di questo corso è compreso l’importante modulo "Diver medic primo soccorso” che ha ottenuto la certificazione UNI CEI EN ISO/IEC 17024 da parte del Cepas, l’organismo di certificazione delle competenze e dei servizi abilitanti in numerosi e differenti settori professionali con sedi sia a Roma che a Milano. Essendo scaduto lo scorso mese di giugno il termine dei diciotto mesi inizialmente previsti, l'assessorato regionale siciliano dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea - Dipartimento della Pesca Mediterranea ha concesso al Cedifop una proroga al progetto “03/CLS/19 - CE.DI.FOP – CUP: G76J20001070007” la cui scadenza è stata spostata al prossimo mese di novembre.

Grazie a tale proroga l’ente palermitano potrà così realizzare gli ultimi tre rimanenti corsi dei dieci previsti dalla programmazione. Ecco le prerogative in possesso del "Diver medic primo soccorso" il cui titolo gli consentirà di acquisire elevate conoscenze, competenze ed esperienze in grado di svolgere diverse attività in qualità di operatore tecnico subacqueo in immersione: eseguire manovre di primo soccorso di base ed avanzate sotto supervisione diretta di un medico in contatto anche da remoto; svolgere mansioni lavorative in ambito marittimo e navale in caso di emergenza o incidente; gestire sanguinamenti, ipotermia ed ipertermia; effettuare la rianimazione cardio-polmonare.

Innumerevoli i vantaggi in ambito professionale nei confronti di chi consegue la certificazione di tali competenze. Il "Diver medic primo soccorso", infatti, è una figura chiave per diverse tipologie di aziende, quali: società petrolifere; società preposte a riparare le condotte sublacuali; società dedicate all’acquacoltura (in acqua di mare, salmastra o lagunare). Più in generale, piccole e grandi imprese che effettuano lavori subacquei.

Oltretutto, chi consegue questa certificazione ottiene un riconoscimento valido per l’iscrizione nel Repertorio Telematico presso l’assessorato al Lavoro della Regione Siciliana, percorso di grande interesse negli ambiti HSE, Nautica Pesca & Acquacoltura, Oil & Gas, Marine & Offshore.

Questi i requisiti minimi di accesso all’esame per ottenere la certificazione "Diver medic primo soccorso": diploma di istruzione secondaria inferiore; formazione specifica qualificata ("Training per Diver medic primo soccorso" della durata di almeno 48 ore, o in alternativa “Refresh per Diver medic primo soccorso” della durata di 24 ore); esperienza lavorativa specifica documentata di almeno sei mesi, durante i quali potranno essere ricomprese attività formative finalizzate all’acquisizione di conoscenze del settore.

Le modalità d’esame prevedono invece: una prova scritta di test a risposta multipla di 50 domande da realizzare in 90 minuti; una prova pratica con simulazione di uno scenario di emergenza in 30 minuti, preceduta da un breve approfondimento. Ad esito positivo dell’esame, alla fine del percorso il candidato otterrà il rilascio del certificato Cespas con la relativa iscrizione nel Registro dei Professionisti certificati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza in ambito marittimo, a Palermo iniziato il corso del Cedifop

PalermoToday è in caricamento