Cronaca

Salviamo il Teatrino delle Beffe

Un nuovo calendario ricco di novità e di eventi per salvare il "Teatrino delle Beffe"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Una corsa contro il tempo che stanno affrontando i numerosi artisti che si sono riuniti intorno a Ludovico Caldarera, fondatore dell’associazione culturale.
Il ‘Teatrino delle Beffe’ dal 1995 presente nell’universo artistico palermitano, spazio culturale polivalente dedicato soprattutto ai bambini, si è sempre dedicato alla creazione e realizzazione di spettacoli, attività di animazione e laboratori teatrali.

Ma oggi, dopo anni di attività e di duro lavoro, il teatrino rischia di chiudere facendo perdere alla città un'importante opportunità di dare ai più piccoli uno spazio atto a sviluppare in maniera creativa la propria fantasia. E per scongiurare questa eventualità centinaia di artisti palermitani stanno offrendo il loro contributo artistico alla città e ai palermitani.
 
Gigi Borruso, Francesco Giunta, Cocò Gulotta, Ernesto Maria Ponte, Giacco Pojero, Tonino Di Girolamo, Alberto Di Rosa, Stefano Furìa, Nicolò D’Alessandro, Michele La Tona, Nino Vetri, Giuseppe Greco, Marianna Messina, Paolo Andolina, Giuseppe Moschella, Salvo Cuccia, Virginia Alba, Paolo La Bruna, Ninni Conti, Claudio Collovà, Monica Andolica sono solo alcuni degli artisti che sono scesi in campo al fianco del Teatrino per rilanciare questa realtà che rischia di scomparire. Tante anche le associazioni culturali che hanno espresso la loro solidarietà.
 
Il primo appuntamento è venerdì 14 settembre alle 18.30 per una chiacchierata con Francesco Giambrone, assessore comunale alla Cultura; Eddy Governale, consigliere dell’Ottava Circoscrizione; Ninni Terminelli, presidente del Movimento Prospettiva Politica, e tanti altri nomi noti del mondo dell’arte. A seguire sarà la volta della ‘Leggenda di Colapesce’, di Ludovico Caldarera e cantato, musicato e raccontato da Ludovico Caldarera, Monica Andolina e Stefano Furìa.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salviamo il Teatrino delle Beffe

PalermoToday è in caricamento