rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Fitness

Padel, palestra o calcetto: uno studio conferma che la Sicilia è la meno sportiva d'Italia

Secondo l'indagine dell'Osservatorio Sportclubby gli italiani più attivi oggi vivono in Toscana, dove si registrano i valori più alti di prenotazioni sportive per utente. Seguono Campania e Liguria, accompagnati subito dopo da Lazio ed Emilia Romagna

Dopo due anni di limitazioni e interruzioni allo sport, i palermitani diventano più sedentari: nell’autunno 2021 - periodo di riferimento per il rinnovo di abbonamenti e la ripresa della pratica sportiva - hanno acquistato il 9% in meno di pacchetti e lezioni rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Per i bambini invece, è stato un vero e proprio ritorno allo sport, con il +299% di prenotazioni rispetto a settembre 2020. Lo rileva uno studio dell’Osservatorio Sportclubby, la principale piattaforma per il booking di sport e benessere, usata da oltre 700mila sportivi in 800 strutture in tutta Italia.

Il calo di iscrizioni in palestra o a singoli corsi si è fatto sentire soprattutto nella fascia più matura della popolazione, specie sopra i 65 anni (-28%). Eppure gli over 50 costituiscono circa un terzo di chi frequenta i centri sportivi, secondo i dati di Sportclubby. Un numero di italiani in crescita che, con il progressivo invecchiamento della popolazione, avrà sempre più bisogno di servizi sportivi accessibili per scongiurare gravi conseguenze sulla salute. E che probabilmente spingerà i gestori a rivedere la propria offerta, per non perdere iscritti.

L’abbonamento in palestra 

Le palestre nel frattempo continuano a migliorare i propri servizi di prenotazione, gestione accessi, comunicazione e pagamento grazie al digitale. I centri sportivi digitali su Sportclubby sono aumentati del 25% rispetto a un anno fa, e circa la metà di questi, oggi, permette ai propri utenti di pagare da app abbonamenti, ingressi, lezioni e servizi vari, come gettoni doccia o consulenze di trainer e nutrizionisti. Una funzionalità sempre più apprezzata dagli utenti: sono il 24% in più rispetto all’anno scorso quelli che pagano da app le proprie attività sportive.

Lo sport del momento

Il padel si riconferma lo sport del momento, con il più alto tasso di nuovi iscritti registrati con la ripartenza (+274%). Il crescente ricorso ad app e piattaforme di booking sportivo ha contribuito ad alimentare il fenomeno, facilitando gestione, sicurezza e prenotazioni: i club “digitali” per gli amanti di questo sport sono quasi triplicati in un anno (+190%), nel network di Sportclubby.

Secondo un recente studio dell’Osservatorio, 1 iscritto su 3 prima di novembre 2020 praticava altre discipline, per lo più fitness, crossfit, pesistica (11%) e altri sport outdoor (9%). La community che si è creata intorno al padel è molto appassionata e il digitale ha contribuito a fidelizzarla ancora di più, semplificando l’organizzazione delle partite e la ricerca di compagni di squadra: il 37% gioca 3-4 volte a settimana e più di 1 su 10 gioca quotidianamente, in alcuni casi weekend incluso.

Gli sport nella nuova normalità

Grazie a rischi minori per la salute e a una più semplice accessibilità ai campi, favorita da app e piattaforme di prenotazione, molti italiani dal 2021 hanno scelto di fare attività fisica all’aperto. Tra gli sport che attirano di più i nuovi abbonati non a caso c’è anche il tennis (+94%), mentre sono più che raddoppiate rispetto allo scorso anno anche le prenotazioni di campi di calcetto (+122%). 

La fine delle restrizioni ha riavvicinato anche molti appassionati di sport acquatici alle piscine di riferimento. L’Acquagym registra un +20% e crescono le attività legate al wellness (+32%). Tornano a crescere anche nuoto (+74%) e calcio (+68%): non a caso tra le discipline più praticate dai bambini nel loro ritorno all’attività sportiva, secondo quanto confermato da un recente rapporto.

Gli appassionati di yoga passano dalla pratica classica (-23%) all’allenamento “sospeso” dell’antigravity (+82%). I successi olimpici riaccendono la passione per la ginnastica (+20%). A soffrire di più sono le palestre. Dopo anni di popolarità, si inverte la tendenza per crossfit (-22%), fitness (-20%), spinning (-18%) e pesi (-25%). In crisi anche le scuole di danza (-21%).

Le regioni più sportive

Osservando i trend nelle principali regioni, emerge che gli italiani più attivi oggi vivono in Toscana, dove si registrano i valori più alti di prenotazioni sportive per utente. Seguono Campania e Liguria, accompagnati subito dopo da Lazio ed Emilia Romagna. A sorpresa, i lombardi risultano più sedentari di marchigiani e piemontesi, nonostante presentino la seconda più vasta offerta di servizi sportivi digitali. Fanalino di coda la Sicilia. 

“Le difficoltà che sportivi e club hanno dovuto affrontare in questi due anni rischiano di pesare soprattutto tra le fasce più fragili della popolazione. In questo, app e strumenti digitali possono aiutarci ad invertire la rotta, facilitando l’accesso allo sport nella nuova normalità.” spiega Stefano De Amici, Cpo e Cofondatore di Sportclubby. “Da una parte, occorre ripensare l’intero sistema sport italiano, con un occhio ad una popolazione che invecchia, ma che si è abituata a gestire ogni aspetto della propria vita da smartphone. Dall’altra, dobbiamo diffondere una cultura del movimento fin dalle più giovani generazioni, facilitando i genitori nell'avviamento sportivo dei propri figli. Sportclubby lavora fianco a fianco con centinaia di gestori di club proprio per rispondere a queste sfide, in un contesto in continua evoluzione”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padel, palestra o calcetto: uno studio conferma che la Sicilia è la meno sportiva d'Italia

PalermoToday è in caricamento