rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Street art

"Save 41 bis", murale con Giovanni Falcone in pieno centro a Milano

L'opera è stata realizzata dall'artista alexSandro Palombo e vuol essere un monito a non dimenticare le vittime innocenti delle mafie e del terrorismo in un momento storico in cui il regime di "carcere duro" è sotto attacco

Il giudice Giovanni Falcone, ucciso dalla mafia nella strage di Capaci del 23 maggio 1992,  con un pennello in mano e la scritta “Save 41 bis”. Il nuovo murale dell’artista aleXsandro Palombo è apparso nel centro di Milano in piazza San Babila, a poche centinaia di metri dal Duomo.

L’opera di Palombo è un monito a non dimenticare le vittime innocenti delle mafie e del terrorismo, un invito alla riflessione e a trasmettere la memoria in un momento storico in cui il "41 bis”, lo strumento alla lotta contro la criminalità organizzata è sotto attacco, una norma fortemente voluta dal giudice Falcone per impedire a mafiosi e terroristi di mandare ordini e messaggi di morte all’esterno del carcere.    

"I muri delle città sono inondati dalle scritte No 41 bis, un oltraggio alla memoria delle vittime di mafia e del terrorismo. Il terrorismo e la criminalità organizzata sono una violazione dei diritti umani e della libertà. Il nostro impegno è quello di trasmettere la memoria affinché il sacrificio di tantissime persone innocenti non sia stato vano", ha dichiarato aleXsandro Palombo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Save 41 bis", murale con Giovanni Falcone in pieno centro a Milano

PalermoToday è in caricamento