Finanziaria, D’Asero (PdL-Ncd): “Solo clamore sulle coppie di fatto"

"Rigore a macchia di leopardo e mancanza di norme di sviluppo”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Anche questa volta il Governo Crocetta ha raggiunto l’obiettivo di creare clamore mediatico trasformando una Finanziaria che, anziché coniugare, come dovrebbe, l’esigenza del rigore con la necessità di sviluppo passerà alla storia come la Finanziaria che riconosce alle cosiddette coppie di fatto tutte le agevolazioni che vengono riconosciute alle famiglie”. Queste le considerazioni del Capogruppo del PdL – Ncd dell’Ars, Nino D’Asero, a margine della maratona per l’approvazione della Finanziaria della Regione Siciliana.

“Nel ribadire che non nutro alcuna pregiudiziale sulle coppie di fatto – ha aggiunto -  ritengo i provvedimenti ispirati dal Governatore e avallati dalla Maggioranza fuori contesto e prematuri. Fuori contesto poiché, come ho già dichiarato, ben altre sono le priorità che il Popolo siciliano chiede a gran voce e sulle quali il Governo si sta dimostrando sordo e indifferente. Prematuri poiché l’argomento richiedeva un maggiore approfondimento e non avendo le coppie di fatto, sino ad ora,  ottenuto un riconoscimento giuridico (la Costituzione, infatti, riconosce solo la famiglia tradizionale) ogni provvedimento a loro favore rimane inapplicabile.

La conclusione sarà che questa ‘riforma epocale’ sarà l’ennesima riforma del nulla, utile solo a promuovere dibattiti televisivi e riempire pagine di giornali. Ma la Sicilia ha bisogno di ben altro”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento