Giurano gli assessori, si insedia la Giunta: "Palermo città europea cambiata di più negli ultimi 40 anni"

Il sindaco Leoluca Orlando presenta la nuova squadra di governo: nessuna novità nelle deleghe. Prestigiacomo confermata ai rapporti funzionali con l'Amap dopo le polemiche in Consiglio. "Lavoriamo a Palermo Mediterranea 2030, ovvero alla città del futuro. Ora rendiamo irreversibile il cambiamento"

Da sinistra verso destra gli assessori della nuova Giunta: Marano, D'Agostino, Prestigiacomo, Mattina, il sindaco Orlando, Giambrone, Darawasha, Catania e Piampiano

Con il giuramento degli assessori si è ufficialmente insediata la nuova Giunta comunale. "Giuro di adempiere alle mie funzioni con scrupolo e coscienza nell'interesse del Comune, in armonia agli interessi della Repubblica e della Regione": è questa la "formula magica" che ha dato inizio alla seconda fase dell'esperienza amministrativa guidata dal sindaco Leoluca Orlando.

Nessuna novità nella distribuzione delle deleghe. All'indomani dell'attacco da parte dei gruppi consiliari di minoranza all'assessore Prestigiacomo, il sindaco ha confermato la delega ai rapporti con l'Amap alla stessa ex presidente della municipalizzata ora in Giunta. "Le ho assegnato la delega funzionale e non quella finanziaria, che è in capo all'assessore al Bilancio D'Agostino". Così Orlando ha risposto indirettamente alla richiesta avanzata ieri in Consiglio dalle opposizioni.

Opposizioni contro il neo-assessore Prestigiacomo 

Il ruolo di vicesindaco è appannaggio di Fabio Giambrone, che tra le altre ha anche la delega al Decoro urbano: finora una delle note dolenti della città. Con Mobilità, Ambiente e Urbanistica, Giusto Catania ha acquisito la competenza anche del Centro storico e del Pudm (Piano utilizzo demanio marittimo). Il sindaco ha definito "strategica la nomina del palermitano Adham Darawasha all'assessorato alle Culture". All'elogio ai nuovi assessori, Orlando ha accompagnato anche i ringraziamenti per i vecchi. Tutti, nessuno escluso. Perché, ha spiegato, "la Giunta uscente ha fatto bene". Adesso con il "surplus di politica", dovuto anche all'ingresso dei partiti in Giunta, il traguardo da raggiungere è dare vita ad una squadra che guardi oltre il 2022. "Lavoriamo - ha detto Orlando - a Palermo Mediterranea 2030, ovvero alla progettazione della città del futuro. Un obiettivo svincolato dalle scadenze elettorali". Un piano elaborato nel 2017 - durante la campagna elettorale - quando Orlando ha chiamato a raccolta forze imprenditoriali della città e non, che stanno elaborando un report d'interventi. "A breve lo presenteremo" ha annunciato il sindaco, ribadendo il suo slogan per la città. "Io sono persona, noi siamo comunità". 

"Palermo - ha aggiunto - negli ultimi 40 anni è la città europea che è cambiata di più: siamo cambiati di testa, siamo cambiati culturalmente, ci siamo battuti contro la mafia grazie al sangue di tante vittime che dobbiamo ringraziare ogni giorno, da Piersanti Mattarella a padre Puglisi. Adesso rendiamo il cambiamento irreversibile". Scuola, mobilità (anche delle persone), ambiente, rigenerazione urbana, sviluppo economico: queste le priorità della nuova Giunta, chiamata a "migliora economicamente, acquisendo una cultura d'impresa finora carente".

"Non una giunta partitica - ha inoltre precisato Orlando - e per questo ringrazio i partiti che hanno compreso il senso del rimpasto. Abbiamo grande fiducia nel Consiglio comunale, che ha il compito di dare concretezza alla nostra visione di città". La Giunta, che si è riunita oggi per la prima volta a Palazzo delle Aquile, metterà piede a Sala delle Lapidi martedì pomeriggio, come concordato con il presidente Totò Orlando.

Cgil: "Nuova Giunta non abbassi la guardia sul mondo del lavoro"

Cisl: "Nuova Giunta segni un cambio di passo”

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (17)

  • Avatar anonimo di Orama Minu
    Orama Minu

    Finalmente! Era ora che arrivasse il cambiamento. Buon lavoro ragazzi!

  • Che Dio c’è là mandi buona...

  • Palermo era grande quando c'era una grande classe imprenditoriale aperta e lungimirante di respiro europeo tra l'800 ed inizi '900 che abbracciava tutti i settori del mondo industriale e finanziario, ora c'è solo una grande classe di grandi papponi.

  • Nel Comune, si è insediata la nuova Giunta „Adesso rendiamo il cambiamento irreversibile". Scuola, mobilità (anche delle persone), ambiente, rigenerazione urbana, sviluppo economico: queste le priorità della nuova Giunta, chiamata a "migliorare economicamente, acquisendo una cultura d'impresa finora carente". La voglio vedere tutta..... Io dico che arriveranno gli alieni....

  • Scusatemi tanto....... mi sanno tanto di “ Pignatari”

  • Cambiata in peggio per la precisione: 1. Negli anni 80 c'erano più linee bus AMAT di oggi. 2. L'asfalto delle strade non era eccellente ma era decente. Oggi fa pena e sembra bombardato. 3. I negozianti Palermitani potevano mandare avanti i propri negozi e non erano costretti a chiudere perchè schiacciati dalle catene internazionali. 4. 40 anni fa non avevamo centinaia di immigrati Africani e Asiatici davanti le porte dei negozi a chiedere elemosina. 5. Meno persone venivano investite sulle strade. Ora un giorno sì e uno no ci scappa un morto. 6. 40 anni non avevamo tutti questi supermercati, perché mangiavamo il giusto. Oggi mangiamo di più e le panze ingrassano sempre di più. 7. La spiaggia sud faceva schifo 40 anni fa e fa schifo anche oggi. 8. La munnizza c'era 40 anni fa ma oggi le strade sono assai più sporche e indecenti. In che cosa sarebbe migliorata Palermo?

  • Avatar anonimo di Manola
    Manola

    Orlndo guadagna ogni anno € 240000,00 + €. 3000,00 pensione professore universitario, per questo motivo fa rimpasti e accordi vari per rimanere a fare il sindaco, la citta' e' allo sbando. Non cambiera' nulla perche' Orlando dara' a tutti gli assessori i compitini da fare.

  • Cosa vuol dire "cambiata"? Il più evidente cambiamento in positivo che mi viene in mente è la cessazione del governo de facto mafioso (Lima, Ciancimino). Per il resto rimangono dei problemi storici (carenza di buoni servizi pubblici e di buone infrastrutture in primis) in parte imputabili a fattori economico-culturali complessi, quindi solo marginalmente dipendenti dall'operato delle autorità politiche locali, ma in parte imputabili alla dabbenaggine delle amministrazioni cittadine. Quella di orlando in primis, avendo il vecchio volpone democristiano monopolizzato la vita politica e amministrativa cittadina per decenni.

  • ma.. ce tutta dico tutta palermo da rifare soprattutto le strade non ce ne una dove si puo' camminare senza fare lo slalom finche ci saranno solo parassiti senza voglia di fare niente solo prendere lo stipendio ne ai voglia di cambiare..

  • andate a zappare ...maledetti comunisti ...!!!

  • Avatar anonimo di Totò
    Totò

    E rimpastate sempre la stessa massa di incompetenti poltronari 

  • per me,Palermo è una città da terzo mondo,e non città europea, chi dice questo o/è drogato ho ha una visione distorta della realtà

    • Palermo non è ASSOLUTAMENTE una città da "terzo mondo". Non lo è in termini di pil pro capite, di servizi, urbanistico e culturale. È chiaro che lei non sa cosa significa la espressione "città da terzo mondo". Se fossi in lei, quindi, eviterei di sindacare o di fare del sarcasmo sulla capacità di giudizio altrui, essendo la sua gravemente difettosa. Ciò detto, la città presenta chiaramente sacche di degrado e carenze( infrastrutturali e in termini di servizi) molto difficilmente rintracciabili nel nord europa, nella zona mitteleuropea e nelle isole britanniche. Oltre che nel nord Italia (nord est soprattutto). Non è del tutto inconsueto, invece, rinvenire situazioni di degrado e carenze simili a quelle riscontrabili in certe zone del palermitano in altre zone del meridione italiano, in certe aree dell' est europa, e in certi centri dell' Europa meridionale (es. Grecia) e dell'America latina. Ad ogni modo, non si tratta di "terzo mondo".

  • A schifiu finiu

  • Guardate Catania, le braccia, in particolare... ci sono i fili ma non si vedono.

  • E dopo di questa abbiamo trasmesso. Addio Palermo con questi parassiti sarà dura andare avanti. Manciatari

  • Buonanotte, ora si.

Notizie di oggi

  • Video

    Salvini a Palermo, Orlando: "Sarò in aula bunker, ma non saluterò il ministro" | VIDEO

  • Cronaca

    Palermo si ferma per ricordare la strage di Capaci, le strade chiuse e i divieti

  • Politica

    A Palermo scoppia il caso taser, no dei vigili: "Rispettiamo volontà di Consiglio e sindaco"

  • Cronaca

    Plastica al bando nei lidi balneari, accordo Comune-gestori per la differenziata

I più letti della settimana

  • Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, scoperta altra banda: 16 arrestati e 25 indagati

  • Incidenti finti, lacrime vere: "Mattoni per rompermi il braccio, piangevo ma non si fermavano"

  • La banda dei falsi incidenti, i nomi delle 41 persone coinvolte

  • "Ha provato a toccarmi", papà di una dodicenne picchia bidello di una scuola del Villaggio

  • Circoscrizioni a Palermo, gli indirizzi e i recapiti delle otto zone della città

  • Rapina al Lidl di via Roma, l'allarme lanciato su Facebook: arrestati tre minorenni

Torna su
PalermoToday è in caricamento