Giurano gli assessori, si insedia la Giunta: "Palermo città europea cambiata di più negli ultimi 40 anni"

Il sindaco Leoluca Orlando presenta la nuova squadra di governo: nessuna novità nelle deleghe. Prestigiacomo confermata ai rapporti funzionali con l'Amap dopo le polemiche in Consiglio. "Lavoriamo a Palermo Mediterranea 2030, ovvero alla città del futuro. Ora rendiamo irreversibile il cambiamento"

Da sinistra verso destra gli assessori della nuova Giunta: Marano, D'Agostino, Prestigiacomo, Mattina, il sindaco Orlando, Giambrone, Darawasha, Catania e Piampiano

Con il giuramento degli assessori si è ufficialmente insediata la nuova Giunta comunale. "Giuro di adempiere alle mie funzioni con scrupolo e coscienza nell'interesse del Comune, in armonia agli interessi della Repubblica e della Regione": è questa la "formula magica" che ha dato inizio alla seconda fase dell'esperienza amministrativa guidata dal sindaco Leoluca Orlando.

Nessuna novità nella distribuzione delle deleghe. All'indomani dell'attacco da parte dei gruppi consiliari di minoranza all'assessore Prestigiacomo, il sindaco ha confermato la delega ai rapporti con l'Amap alla stessa ex presidente della municipalizzata ora in Giunta. "Le ho assegnato la delega funzionale e non quella finanziaria, che è in capo all'assessore al Bilancio D'Agostino". Così Orlando ha risposto indirettamente alla richiesta avanzata ieri in Consiglio dalle opposizioni.

Opposizioni contro il neo-assessore Prestigiacomo 

Il ruolo di vicesindaco è appannaggio di Fabio Giambrone, che tra le altre ha anche la delega al Decoro urbano: finora una delle note dolenti della città. Con Mobilità, Ambiente e Urbanistica, Giusto Catania ha acquisito la competenza anche del Centro storico e del Pudm (Piano utilizzo demanio marittimo). Il sindaco ha definito "strategica la nomina del palermitano Adham Darawasha all'assessorato alle Culture". All'elogio ai nuovi assessori, Orlando ha accompagnato anche i ringraziamenti per i vecchi. Tutti, nessuno escluso. Perché, ha spiegato, "la Giunta uscente ha fatto bene". Adesso con il "surplus di politica", dovuto anche all'ingresso dei partiti in Giunta, il traguardo da raggiungere è dare vita ad una squadra che guardi oltre il 2022. "Lavoriamo - ha detto Orlando - a Palermo Mediterranea 2030, ovvero alla progettazione della città del futuro. Un obiettivo svincolato dalle scadenze elettorali". Un piano elaborato nel 2017 - durante la campagna elettorale - quando Orlando ha chiamato a raccolta forze imprenditoriali della città e non, che stanno elaborando un report d'interventi. "A breve lo presenteremo" ha annunciato il sindaco, ribadendo il suo slogan per la città. "Io sono persona, noi siamo comunità". 

"Palermo - ha aggiunto - negli ultimi 40 anni è la città europea che è cambiata di più: siamo cambiati di testa, siamo cambiati culturalmente, ci siamo battuti contro la mafia grazie al sangue di tante vittime che dobbiamo ringraziare ogni giorno, da Piersanti Mattarella a padre Puglisi. Adesso rendiamo il cambiamento irreversibile". Scuola, mobilità (anche delle persone), ambiente, rigenerazione urbana, sviluppo economico: queste le priorità della nuova Giunta, chiamata a "migliora economicamente, acquisendo una cultura d'impresa finora carente".

"Non una giunta partitica - ha inoltre precisato Orlando - e per questo ringrazio i partiti che hanno compreso il senso del rimpasto. Abbiamo grande fiducia nel Consiglio comunale, che ha il compito di dare concretezza alla nostra visione di città". La Giunta, che si è riunita oggi per la prima volta a Palazzo delle Aquile, metterà piede a Sala delle Lapidi martedì pomeriggio, come concordato con il presidente Totò Orlando.

Cgil: "Nuova Giunta non abbassi la guardia sul mondo del lavoro"

Cisl: "Nuova Giunta segni un cambio di passo”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Stress? Rabbia? Arriva a Palermo la Rage Room, la stanza dove puoi spaccare tutto

Torna su
PalermoToday è in caricamento